Bagarini: dopo PlayStation 5 è partita la caccia all’Happy Meal. Sorprese dei Pokémon rivendute a prezzi folli!

Pokemon-Happy-Meal-USA-TGC-1

Pensavate che PlayStation 5 fosse introvabile? Provate a cercare una sorpresa a tema Pokémon nella nuova campagna degli Happy Meal di McDonalds. Sono ancor più introvabili di negli USA, ma sui siti di aste online come eBay potete trovarli messi in vendita dai bagarini a cifre assurde!

Banner Telegram Gametimers 2

Paghereste mai 1000 dollari per una PlayStation 5? Eppure c’è chi è disposto a pagare questa cifra per uno scatolone pieno di sorprese dell’Happy Meal.

Ma da dove scaturisce questa quasi insensata caccia al menu di McDonalds? Tutto nasce da una promozione per festeggiare il 25° anniversario dei Pokémon. In ogni Happy Meal è presente una bustina di carte da gioco collezionabili dei Pokémon.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

E fin qui nulla di straordinario, se non fosse che negli ultimi mesi quasi paradossalmente vista la pandemia mondiale in atto, il valore delle carte da collezione è enormemente aumentato! Perchè questo sia accaduto, nonostante praticamente ovunque fosse vietato tenere o giocare, non è chiaro a nessuno. Ma l’elevato numero di scambi hanno fatto crescere sempre più il mercato.

Dagli USA ci giungono svariate testimonianza di persone che hanno fatto incetta di Happy Meal, o addirittura di qualche dipendente che sotto banco vende gli interi box a cifre folli che toccano i 1000$. Ciò significa che le confezioni non sono mai state rese disponibili negli store, ma sottratte dai dipendenti prima della vendita.

L’unica nota apparentemente positiva di questo nuovo giro dei bagarini è che, almeno in alcuni casi, il cibo acquistato è stato davvero donato in beneficenza ai senzatetto della zona. A differenza di quanto affermato da certi bagarini inglesi di PlayStation 5, secondo cui aiutare a rivendere le console a prezzo maggiorato sarebbe un’opera di beneficenza.

La dirigenza americana della catena ha affermato tramite un portavoce che imporrà un limite massimo di menu acquistabili da un singolo cliente, per arginare la situazione e garantire a tutti di poter accedere alle sorprese disponibili.

Fonte: Polygon