Bethesda acquistata da Microsoft: John Carmack ne approfitta: “Vorrei tornare sulle mie vecchie IP”. Doom e Quake?

John-Carmack-CTO-at-Oculus-1-e1456144823743-790x300
Banner Telegram Gametimers 2

Dopo l’acquisto di Bethesda da parte di Microsoft, l’intera industria ha subito un terremoto inaspettato. Tra le decine di ipotesi, quella che preoccupa maggiormente chi rimane fedele alla console di è la possibilità che un titolo come The Elder Scrolls 6 possa essere un’esclusiva Xbox.

John Carmack, fondatore dello di sviluppo responsabile della creazione di giochi come Doom e Quake, ha espresso la sua felicità per l’accaduto e ha inoltre dichiarato di essere interessato nel tornare a lavorare sui suoi vecchi titoli.

Nel suo tweet, John accenna che ci sia stato dell’odio nei suoi confronti, il che ci rimanda ad alcuni trascorsi legali tra Carmack e Zenimax, che lo hanno quindi portato ad allontanarsi dallo di sviluppo.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Chiaramente, con Microsoft, John Carmack potrebbe voltare pagina e ricominciare su delle buone basi, ma per ora nulla di concreto è all’orizzonte. Infatti Doom (2016) e Doom Eternal hanno riscosso comunque un grande successo ed è alquanto improbabile che venga reso parte del team. Rimarebbe senz’altro più verosimile vederlo lavorare su titoli come Wolfenstein oppure Commander Keen.

Ricordiamo che l’accordo siglato da Microsoft con Bethesda rende possibile l’esclusiva dei loro titoli sulle console Xbox. Gli utenti PlayStation, allarmati, stanno chiedendo a Sony di acquistare Konami per pareggiare i conti.

Fonte: Twitter