Bethesda è ora di Microsoft. The Elder Scrolls 6 e Fallout esclusive Xbox e PC? Microsoft: “Dipende”

bethesda-e-ora-di-microsoft-the-elder-scrolls-6-e-fallout-esclusive-xbox-e-pc-microsoft-dipende
Banner Telegram Gametimers 2

Il recente acquisto di ZeniMax Media e Bethesda da parte di Microsoft ha letteralmente smosso l’intera industria videoludica, vista l’importanza economica e mediatica che essa ha generato. Microsoft ha infatti comprato la società per 7.5 miliardi di dollari, facendo sue anche IP storiche come DOOM, The Elder Scrolls e Fallout.

Proprio per questo, però, molti utenti hanno iniziato a pensare che tutte queste IP fossero destinate a diventare Microsoft, compreso quindi anche The Elder Scrolls 6 e Fallout 5. Questa cosa, però, è al momento molto fumosa e anzi, Bethesda sta facendo presupporre il contrario.

In una dichiarazione, infatti, Pete Hines di Bethesda ha rilasciato le seguenti affermazioni: “La chiave di tutto è che noi rimaniamo ancora Bethesda. Stiamo ancora lavorando sugli stessi giochi di ieri, fatti dagli stessi studio con cui abbiamo lavorato per anni, e questi giochi verranno pubblicati da noi”.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Cioè significa, dunque, che Bethesda farà ancora da publisher dei propri giochi, potendo probabilmente scegliere anche su quale piattaforma pubblicare i propri titoli. Anche Todd Howard, Game Director di Bethesda Game Studios, ha rilasciato una dichiarazione a riguardo abbastanza eloquente.

“Questa partnership è ben più di un sistema e uno schermo. Dovremmo dare questi videogiochi a chiunque, a prescidnere da chi tu sia, dove abiti e su quale piattaforma giochi. Fregandocene delle dimensioni dello schermo, del controller o anche delle tue effettive abilità nel saperne impugnare uno”.

Contemporaneamente, Jason Schreier dice questo su Twitter. Secondo Phil Spencer, capo di Xbox, la decisione dei titoli in uscita in futuro dipenderà da “caso in caso”.

Insomma, sembra dunque abbastanza chiaro che Bethesda voglia continuare ad essere un publisher multipiattaforma (almeno nel breve termine?) impedendo anche che un’eventuale esclusività possa precludere loro un pubblico ampio come quello PlayStation e della futura console Nintendo. DEATHLOOP e Ghostwire: Tokyo resteranno esclusive temporali PS5,

Fonte: PlayStation Life Style