Dopo Cyberpunk 2077, CD Projekt impara la lezione: “Mai più giochi annunciati così in anticipo”

The Witcher 3

Sembra proprio che, dopo il caso Cyberpunk 2077, CD Projekt RED abbia imparato una dura lezione. Questo non si tradurrà automaticamente in giochi migliori (dopotutto, il più recente titolo è ancora sotto ai ferri per essere pesantemente aggiustato), ma almeno si finirà per ammorbidire quella tossica cultura dell’hype che tanto ha finito per distruggerlo.

Banner Telegram Gametimers 2

Vero, i demeriti di vanno ben oltre le aspettative troppo alte dei suoi fan. Al lancio, il gioco era praticamente ingiocabile su buona parte delle piattaforme su cui era stato pubblicato, e a tanti mesi di distanza la situazione è migliorata fino a un certo punto. Ciò che è certo, è che gli sviluppatori smetteranno di pubblicizzare i loro futuri prodotti con così largo anticipo. E queste sono parole ufficiali.

CD Projekt seguirà quindi un modello molto più vicino a quello di Bethesda o di Rockstar Games: silenzio assoluto per mezzo decennio e poi annuncio in pompa magna a pochi mesi dal lancio del seguito. Cyberpunk 2077, lo ricorderete sicuramente, è stato presentato quasi un decennio prima della sua pubblicazione. All’epoca, lo sviluppo sul gioco non era neanche iniziato, e non lo sarebbe stato per tantissimi anni ancora. Passò così tanto dall’annuncio all’effettiva pubblicazione che questo lungo travaglio finì addirittura per trasformarsi in un meme. Come dicevamo all’inizio: lezione imparata.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Cosa c’è nel futuro degli sviluppatori, quindi? Molti dubbi e qualche certezza, attualmente. La modalità multigiocatore di Cyberpunk 2077 sembra essere stata cancellata, o rimandata a tempo indeterminato. Dal 2022, invece, tornerà lo sviluppo attivo sull’altra grande saga targata CD Projekt. Ebbene sì, parliamo proprio di The Witcher 4, o qualunque finirà per essere il suo nome.

Fonte: VG247