Dead Space Remake: Sfrutterà al meglio PlayStation 5 e Xbox Series X, ma alcuni elementi di gameplay saranno rimossi

Dead Space Remake

Come ormai saprete Electronic Arts ha annunciato a sorpresa il remake di Dead Space che è già in sviluppo negli studi di EA Motive e di cui abbiamo già visto un primo trailer.

Lo sviluppatore ha ammesso di voler fare un lavoro quanto più simile al progetto originale dell’ormai defunta Visceral Games. Ma non sarà una copia identica, ci saranno dei cambiamenti, dei miglioramenti, e anche dei tagli. A svelarlo sono stati il Senior Producer Philippe Ducharme, l’Art Director Mike Yazijian e il Creative Director Roman Campos-Oriola.

Yazijian, ex membro di Visceral Games e Art Director di Dead Space 2 è riuscito a recuperare il suo vecchio quaderno degli appunti con tutti i dettagli sul gioco. Questo è stato molto utile al team di DICE per cercare di realizzare qualcosa di quanto più fedele possibile all’originale.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Abbiamo concept art, linee guida sull’aspetto grafico, materiali di riferimento, note sulla conversazione che abbiamo avuto con loro, l’esperienza e le conoscenze ottenute sono tutte racchiuse lì. E sarà tutto incluso in questo gioco“, ha aggiunto l’art director.

Dead Space sarà interamente rifatto dalle fondamenta, ma stavolta verrà sfruttato il Frostbite Engine. Electronic Arts ha promesso che questo remake sarà “Rispettoso” dell’opera originale.

È stato interamente ricostruito con Frostbite. Con asset completamente nuovi, nuovi modelli, nuove ambientazioni che però si basano sui design originali. Ci saranno anche nuove parti, nuove proposte, un nuovo sistema di collisioni, e tanto altro. Lo stiamo ricostruendo dalle basi, ma manterremo la stessa storia e la stessa struttura“, ha spiegato il Creative Director Roman Campos-Oriola.

Anche tutta la fisica del gioco è stata rifatta grazie al nuovo engine, ha aggiunto il creative director. “Quindi invece di avere dei semplici sprite, riuscirete ad avvertire la profondità di una stanza, lo spessore dell’aria. Stiamo lavorando sulle ombre, con l’illuminazione dinamica, in modo tale da non creare solamente la giusta atmosfera, ma avere anche dei riscontri sul gameplay in quanto il giocatore ha la capacità di controllare l’illuminazione in determinate aree della nave“.

Dead Space non verrà pubblicato su PlayStation 4 e One. Sarà un titolo esclusivamente next-gen. E questo consentirà agli sviluppatori di sfruttare le potenzialità delle nuove console per migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco.

Innanzitutto grazie all’SSD i caricamenti del gioco saranno davvero immediati, ha spiegato Campos-Oriola. Inoltre il team sta lavorando molto sul comparto audio. Grazie alle tecnologie Dolby Atmos e Tempest 3D, sarà possibile ricreare un audio posizionale ancora più accurato e dettagliato. Il risultato sarà davvero terrificante una volta indossate le cuffie!

La nostra intenzione è quella di offrire un’esperienza non frammentata, sarà un’unica sequenza ininterrotta dall’inizio alla fine, ha aggiunto il creative director. Che voglia adottare lo stesso espediente di God Of War nel realizzare un unico piano-sequenza? O il suo pensiero è rivolto unicamente ai caricamenti tra una scena e l’altra?

Oltre alle novità ci sarà anche qualcosa che invece verrà rimosso o cambiato. Gli sviluppatori di EA Motive non sono scesi nel dettaglio in questo caso. “Faremo qualcosa per tutto ciò che non funziona“, ha spiegato Mike Yazijian non scendendo nello specifico.

Purtroppo non è ancora nota una finestra o data di lancio per Dead Space, il che ci fa pensare sia difficile vederlo prima della fine del 2022. La buona notizia è che non avrà microtransazioni di alcun tipo.

Fonte: Electronic Arts