GameStop: la catena si espande e apre al mondo del PC gaming. Novità in arrivo!

GameStop

Sembra che il futuro di GameStop sia quello di diventare la casa dei giocatori PC, visto che la società ha in programma di espandere il suo catalogo con più prodotti per questo settore specifico. Parlando nell’ultimo Earning Call, il CEO George Sherman ha illustrato i piani della società che includevano passaggi dettagliati per un’ulteriore crescita dell’azienda.

Banner Telegram Gametimers 2

Uno di questi comporterà l’espansione dell’attuale offerta del catalogo vendite per i prodotti di gioco per PC: dalle macchine, ai monitor fino alle scrivanie da gaming.

Stiamo continuando il lavoro per espandere il nostro mercato accessibile aumentando il catalogo dei prodotti GameStop. Ciò include la crescita della nostra offerta prodotti attraverso PC game, computer, monitor, tavoli da gaming, giochi per dispositivi mobili. Queste categorie rappresentano l’estensione naturale che i nostri clienti si aspetterebbero di acquistare da noi, espandendo la dimensione del mercato indrizzabil di oltre 5 volte e nel tempo ridurranno la nostra dipendenza dalla ciclicità del mercato basato sui giochi per console”.

Sherman ha inoltre affermato che si aspettano di accelerare questi passaggi e che i progressi dell’azienda negli ultimi due anni li hanno posizionati in una crescita a lungo termine. I cambi dirigenziali della scorsa estate e l’arrivo di una nuova generazione di console sembrano aver reso decisamente più solida l’azienda, quantomeno agli occhi degli azionisti. A fine 2020 si sono visti i risultati della ristrutturazione aziendale e dirigenziale. Reggie Fils-Aime, ex-Presidente di Nintendo of America, è entrato nel Consiglio di Amministrazione di GameStop e aiutato in questa svolta. Gli store ristrutturati negli USA sono molto più vicini ai clienti, con aree dedicate ai giochi di carte collezionabili e al . La distribuzione resta comunque capillare, perché nel complesso gli store chiusi sono stati solo una piccola minoranza rispetto al totale.

GameStop, negli ultimi mesi, è stata al centro delle discussioni finanziarie per un aumento vertiginoso del valore delle proprie azioni. Un clamore tale da aver ispirato  la MGM, casa di produzione cinematografica, nel voler produrre un film sulla vicenda, ispirandosi anche al The Antisocial Network, libro di Ben Mezrich ancora non pubblicato.

Fonte: mp1st.com