God of War Ragnarok: grafica deludente? Un video lo paragona al prequel (e vi sorprenderà)

God of War 2 Ragnarok PlayStation 4 PlayStation 5 Showcase

God of War Ragnarok è stato mostrato solo pochi giorni fa, ma sono in tanti a chiedersi – soprattutto graficamente – quale evoluzione ci sia stata e in che misura.

Del gioco, sappiamo che è in sviluppo sia per PlayStation 4 che per PlayStation 5, un po’ come Horizon Forbidden West (previsto tra l’altro per il prossimo febbraio). Quando un gioco deve tenere conto di due diverse piattaforme, purtroppo, si finisce sempre a parlare di compromessi. La discussione degli ultimi giorni riguardo la seconda avventura norrena di Kratos verte effettivamente su questo.

A venirci in aiuto è il canale YouTube Gameclips che ha provato, anche col poco materiale a disposizione, a mettere a paragone il gioco originale con quello appena presentato. La risposta è effettivamente più complessa del “è semplicemente un’espansione del primo“, come si può erroneamente leggere in qualche ignorante salotto dell’internet. Difficile fare una comparazione seria, dato che di God of War Ragnarok abbiamo solo due minuti di video, ma già si può iniziare a tirare qualche somma.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Qualche animazione riciclata e dei modelli dei personaggi non così differenti, ad esempio, non possono far distogliere lo sguardo dagli enormi miglioramenti sulle ambientazioni. Queste non solo sembrano infinitamente più ricche, se viste da vicino, ma il gioco sembra offrire degli scorci panoramici che nel God of War del 2018 ci saremmo semplicemente sognati. L’utilizzo perenne della nebbia annullava di fatto l’esistenza di ogni tipologia di campo lungo, cosa che sembra effettivamente essere stata risolta in questo seguito (magari solo su PlayStation 5, questo non possiamo saperlo).

L’illuminazione è sicuramente andata incontro a un bel boost, ed è notabile soprattutto su Kratos nella scena iniziale nella caverna, mentre già solo il fatto che il gioco avrà la possibilità di viaggiare agli ormai scontati 60fps è una differenza che non va sottovalutata. Per il resto delle considerazioni, probabilmente, dovremo aspettare una nuova presentazione. I primi paragoni, però, sono ormai tra noi.

Vi ricordiamo come il gioco, inizialmente previsto per il 2021, è ora atteso per un generico 2022. Non si tratterà di una rivoluzione, ma di una evoluzione di ciò che abbiamo visto nel primo God of War. Grandezza sarà la parola chiave, però, tant’è vero che dovremmo aspettarci di esplorare letteralmente tutti i nove regni della mitologia norrena.

Fonte: Youtube