God of War Ragnarok: infuria la polemica per il colore della pelle di Angrboda

God of War Ragnarok Angrboda

God of War Ragnarok è stato svelato al mondo appena due giorni fa e non sono mancate, sin da subito, le critiche. Esse sono, almeno, molto variegate e vanno da un gioco a detta di molti identico al precedente (quando non è così) a critiche verso il character design di personaggi importanti come Thor e la gigantessa Angrboda. Proprio per quest’ultima, molti sono rimasti perplessi dall’etnia del personaggio. ha dunque risposto alle lamentele dei fan, giustificando perché la Gigantessa abbia questo aspetto.

Secondo quanto affermato da alcuni “fan” su Twitter, in epoca vichinga non c’erano persone con quel colore della pelle. L’aspetto di Angrboda, dunque, stonerebbe non poco nel contesto di God of War, basato sulla mitologia norrena. Alcune critiche sono state anche piuttosto “arroganti”, quasi a voler insegnare al come fosse la mitologia norrena.

ha dunque replicato, in maniera anche piuttosto ironica, rispondendo: “C’erano anche nani blu nella mitologia Norrena? Loki era il figlio di un semi Dio? Per favore, mi mostreresti nella Edda in prosa dove è stato scritto che tutti i Jötunn (I Giganti) fossero bianchi? Permettimi di farti risparmiare del tempo… non puoi. L’ho letta”, scrive Matt Sophos, Lead Story Writer del gioco.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

L’utente in questione, il quale ormai stava avendo atteggiamenti più da troll, non si è però arreso. Esso ha addirittura insinuato che in un eventuale God of War ambientato nell’Antico Egitto non avremmo visto divinità bianche per evitare di creare un doppio standard. La risposta del Lead Story Writer non è ovviamente mancata.

“Sai che gli Jötunn non sono reali? Che possono essere qualsiasi cosa o chiunque? Sai che alcuni erano addirittura dei serpenti giganti? Però ho capito. Tu eri okay con Jörmungandr perché le sue scaglie erano bianche, giusto? Beh, ti auguro buona fortuna. Spero tu possa trovare un gioco che rispetti di più la tua sensibilità”; conclude Sophos.

E voi che ne pensate, cari Gametimers? Siete d’accordo con le motivazioni di Sophos? Ditecelo nei commenti come sempre. Ricordiamo comunque che le critiche sono state mosse anche verso il personaggio di Thor, che secondo molti sarebbe “troppo grasso”. Inutile dire che, anche in quel caso, sono polemiche costruite sul nulla.

è atteso per PlayStation 4 e PlayStation 5. Il gioco, salvo rinvii, uscirà nel corso del 2022 e sarà, a detta di Santa Monica, l’ultimo capitolo ambientato nella mitologia Norrena. Inoltre, in God of War Ragnarok potremo esplorare tutti i 9 Regni Norreni e non punterà a rivoluzionare la formula vincente del primo capitolo ma, semplicemente, migliorarla. Questa direzione si applicherà anche sulla regia, la quale tornerà a usare un lunghissimo piano sequenza che durerà dall’intro fino ai titoli di coda.

Fonte: PlayStation Life Style