Kojima Productions: Ludens Peace Mark in edizione limitata, i proventi destinati ai profughi ucraini

kojima-productions-hideo-kojima

Proseguono le iniziative intraprese da Kojima Productions a supporto dei rifugiati ucraini. Dopo il semplice post delle scorse ore, con il quale approfittava della sua popolarità sui social per diffondere gli strumenti messi a disposizione dal Giappone ai rifugiati Ucraini, ora l’azienda di Hideo Kojima si muove in un campo più concreto. Ha cominciato a produrre e commercializzare un nuovo gadget in edizione limitata. I proventi della vendita, dichiarano in un post Twitter, verranno interamente devoluti in beneficienza.

Il post è arrivato quando da noi era ancora l’alba. Il gadget – che potete vedere nell’immagine principale dell’articolo – è un ciondolo ispirato all’estetica del Ludens e che rappresenta il della pace. Sul sito ufficiale della compagnia è stata aperta anche una pagina dedicata che spiega le caratteristiche dell’oggetto.

Secondo le prime informazioni fornite da Kojima Productions, il pezzo limitato verrà venduto a circa 40 dollari e verrà spedito a partire da agosto. Non è ancora stato chiarito se potremo aspettarci di averlo anche fuori dal Giappone. Tutti i proventi saranno destinati ai profughi ucraini che hanno trovato ospitalità in Giappone.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Hideo Kojima nelle sue opere non ha mai mancato di lanciare un messaggio di condanna alla guerra. Tutta la saga di Metal Gear, in particolare dal primo capitolo Solid del 1998, ha questo come tema di fondo. Il messaggio si è poi ulteriormente amplificato e strutturato con Peace Walker e The Phantom Pain.

In entrambi i casi, Hideo ha provato a esprimere e far comprendere l’orrore che si cela dietro l’utilizzo delle armi. Le ferite, fisiche e psicologiche, che la guerra lascia come eredità a chi la attraversa senza fare troppe distinzioni tra soldati e civili. Proprio nei giorni scorsi a ulteriore riprova di ciò, abbiamo avuto un toccante video da parte dei developer di STALKER 2. Ai membri di GSC Games World è stato riservato uno spazio nel corso dell’evento Xbox del 14 giugno durante il quale hanno raccontato, in video, le difficoltà che stanno attraversando.

Fonte: Kojima Productions