Kojima Productions: lo studio di Hideo Kojima si unisce agli aiuti per l’Ucraina

kojima-productions-hideo-kojima-ludens-ucraina

Anche Kojima Productions, lo studio indipendente fondato da Hideo Kojima nel 2015, si unisce alla lunga lista di compagnie che hanno deciso di dare il loro contributo alla causa ucraina. Un breve post, apparso sia su Twitter che sulla nuova pagina Facebook dello studio, rimanda ad alcune risorse messe a disposizione dal governo Giapponese per tutti i cittadini ucraini attualmente residenti in Giappone.

Non si tratta, almeno per ora, di un vero e proprio contributo economico. Kojima Productions si è limitata a ricondividere un sito attraverso il quale accedere a risorse messe a disposizioni da altri. In particolare, si tratta dell’Agenzia Immigrazione del Giappone che, poco dopo l’inizio delle ostilità tra Russia e Ucraina si è mosso per offrire ai cittadini Ucraini degli strumenti utili. Sul sito è possibile fare richiesta per alcune certificazioni come lo status di rifugiato. Oltre ciò, sullo stesso portale sono disponibili delle sezioni dedicate alla ricerca di impiego o, per i più giovani, per il proseguimento degli studi.

Si tratta della prima volta che Kojima Productions si esprime in via più o meno ufficiale sulla vicenda. Nel recente passato, sui social network dello studio sono apparsi messaggi anti-guerra più o meno generici. L’azienda ha scelto di agire in maniera diversa dalle compagnie omologhe sparse in tutto il mondo. Niente aiuti economici diretti o richieste di donazioni specifiche. Almeno per il momento. Lo studio di Hideo Kojima ha preferito offrire supporto su questioni più burocratiche. Forse meno urgenti, ma comunque importanti per coloro i quali si trovino lontani dalla loro madre patria al momento.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Proprio pochi giorni fa, alla fine di un evento Xbox (con la quale Kojima Productions ha annunciato di collaborare) il team GSC Games World ha pubblicato un toccante video. I developer di STALKER 2 hanno deciso di mostrare come la loro vita sia cambiata a causa della guerra.

Fonte: KojiPro Twitter