LG OLED Gaming 2022: pannello EVO anche sui C2, Brightness Booster su G2, porte HDMI a 48Gbps

LG_OLED_2022_EVO_Gallery_G2_CES2022_1

Com’è tradizione LG ha presentato a CES 2022 la sua nuova gamma 2022 di TV OLED. Per avere una panoramica delle varie famiglie e delle novità introdotte fate riferimento a questa news. Qui vogliamo invece parlarvi delle novità specifiche introdotte dalle serie OLED LG 2022 per chi, come noi è appassionato di gaming.

Partiamo dalla serie C2. La serie “C” di OLED LG è tradizionalmente quella più amata dai gamer perché offre tutte le funzionalità richieste da chi gioca su console o PC, a un prezzo comunque accessibile e in un formato (quello con base d’appoggio) che è il più versatile e utilizzato. Nel corso del 2021 i modelli LG OLED serie C1 hanno avuto ampia diffusione, con un grande successo di pubblico. Tanti di voi hanno comprato queste TV 4K a 120Hz, dotate di supporto completo alle funzionalità HDMI 2.1, grazie alle 4 porte HDMI 2.1, anche se a 40Gbps e non a banda piena, ma comunque più che sufficienti per l’uso con console nextgen, visto che la porta HDMI di Xbox Serie X è limitata a 40Gbps e quella di PS5 a 32Gbps. Con la serie C2, grazie a una nuova elettronica, tutta e 4 le porte HDMI 2.1 presenti sulla TV saranno in grado di sfruttare la banda piena di 48Gbps. Questo significa la possibilità di ricevere via HDMI un segnale video 4K a 120Hz e profondità colore a 12 bit e codifica RGB 4:4:4, ossia senza sottocampionamento della crominanza. Ci sarà però da capire se console come PS5 e Xbox Serie X potranno essere “aggiornate” per sfruttare tramite HDMI tutta questa banda passante, oppure se il 4K@120Hz 12 bit Full RGB resterà una prerogativa degli utenti PC. In ogni caso sappiate che con i C2 avrete 48Gbps su ciascuna delle 4 porte HDMI della TV!

LG_OLED_2022_C2_77_CES2022_1

Si è parlato di nuova elettronica e su queste TV sarà presenta un nuovo processore a9 Gen5. Rispetto al Gen4 presente sulla serie 1 sono stati perfezionati gli algoritmi di upscaling via IA dei contenuti video (non necessari però quando si gioca e viene inviato un segnale video nativo a risoluzione 4K) e di miglioramento delle immagini tramite deep learning (pure questi non necessari, anzi da disattivare quando si gioca). Migliorato pure l’algoritmo di mappatura toni dinamica, anche se il mio suggerimento – quando non ci sono contenuti Dolby Vision come su Xbox, dove la mappatura viene fatta attraverso i metadati dinamici – è di disattivare la mappatura toni della TV in favore di HGIG. In compenso può tornare utile la nuova modalità LG AI Sound Pro capace di gestire un surround virtuale Dolby Atmos a 7.1.2 canali, in luogo dei 5.1.2 canali della serie 1. Quanto però all’atto pratico sia avvertibile ad orecchio non ci è dato saperlo, trattandosi di surround virtuale, visto che dipenderà anche dalla configurazione degli speaker installati a bordo del TV.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

La serie C2 adotta ora il pannello OLED EVO più luminoso che nel 2021 era un’esclusiva della più costosa serie G1 “Gallery”. Chi sceglieva G1 aveva il problema di dover gestire una TV pensata per installazione a parete e quindi priva di base d’appoggio, che andava acquistata a parte. Nel 2022 con la serie C2 si potrà beneficiare del pannello EVO più luminoso anche sulla serie C e quindi in Tv dotate di serie di base d’appoggio. Un’altra novità importante della serie C2 è rappresentata dalla introduzione di un modello con diagonale da 42″. Questo modello rappresenta una scelta fantastica per i “gamer da scrivania” alla ricerca di un’esperienza Big Screen. Perché permette un uso da distanza più ravvicinata e può quindi adattarsi a fare da monitor per PC, oltre a risultare più definito perché i pixel OLED (che nel caso di un pannello 4K sono circa 8,3 milioni) sono più vicini tra loro. C’è un po’ di confusione invece circa l’utilizzo del pannello EVO. L’immagine promozionale della famiglia di OLED 2022 indica il modello C2 da 42″ come “OLED EVO”, mentre il comunicato stampa parla di pannello OLED EVO solo su “modelli selezionati della serie C2”, quindi non su tutti. Interpellata da noi LG Italia ha dichiarato che tutti i C2 avranno pannello OLED EVO, ma che sui modelli con diagonale inferiore da 42″ e 48″ i vantaggi di questo pannello in termini di luminosità potrebbero essere meno evidenti.

La serie C2 sarà disponibile con diagonale fino a 83″.

LG_OLED_2022_C2_42_CES2022_1

Veniamo alla serie G2, evoluzione diretta della G1 del 2021. Nel 2021 la serie G1 aveva introdotto per la prima volta il pannello OLED EVO più luminoso, che era un’esclusiva di questa serie. Nel 2022 LG ha dovuto trovare un altro fattore di differenziazione per distinguere questa serie, che ha un posizionamento in una fascia più alta rispetto alla C2. Solo sulla serie G2 quindi il pannello OLED EVO è accompagnato da un insieme di tecnologie che prendono il nome di Brightness Booster, ossia “Booster di Luminanza”. Come dice il nome si tratta di tecnologie che hanno l’obiettivo di aumentare la luminanza massima che il pannello è in grado di esprimere. Nello specifico Brightness Booster è una combinazione sia hardware che software. Lato hardware al pannello OLED EVO della serie G2 vengono applicati degli strati di materiale dissipante, che riducono il surriscaldamento del pannello, permettendo quindi di spingerlo a livelli di luminanza più elevati, ma anche di aumentare la longevità e ridurre la ritenzione permanente dell’immagine, ossia il burn-in, il cui rischio aumenta in proporzione alla temperatura raggiunta dal pannello. Lato software invece Brightness Booster include una serie di algoritmi gestiti via IA che individuano frame by frame gli elementi dell’immagine su cui sia possibile alzare ulteriormente la luminosità senza eccedere i livelli di sicurezza in quanto a temperatura del pannello. Non è chiaro se questa funzione agisca in automatico e non sia disattivabile (come accade con ABL, Automatic Brightness Limiter, ossia il limitatore automatico di luminanza), oppure se rientri tra gli assist AI attivabili e disattivabili a piacimento o ancora se venga disattivata in automatico in modalità gaming oppure se resti attiva anche in quel caso. E soprattutto se il suo utilizzo incida in qualche modo sull’input lag. Quello che LG dichiara è che grazie a Brightness Booster i modelli G2 saranno più luminosi del 20% rispetto ai C2, mantenendo dunque quel “vantaggio” che c’era anche nella serie 2021 tra G1 a confronto con C1. Visto che un G1 con pannello EVO è in gradio di superare i 900 nits come picco di luminanza, se le dichiarazioni di LG dovessero essere rispettate, ci aspettiamo che un C2 si possa esprimere su valori simili, mentre un G2 con Brightness Booster possa arrivare a superare i 1100 nits. Per i G2 le diagonali vanno dai 55″ a ben 97″!

LG_OLED_2022_G2_97_CES2022_1

Infine parliamo di B2. La serie B2 evoluzione della B1 promette di essere un “best seller” nel 2022. Ricordo che la serie B rappresenta l’entry level per il gaming su TV OLED, perché la serie A2 è priva di tante funzionalità importanti per un gamer: manca di refresh a 120Hz (ha solo i 60Hz), manca di porte HDMi 2.1 (ha solo porte HDMI 2.0), manca di supporto a VRR, ecc ecc Dunque non è a mio avviso da prendere in considerazione per giocare.

Fino al 2021 scegliere un OLED serie B significava dover rinunciare alle 4 porte HDMI 2.1, dovendosi accontentare di 2. Che però potevano bastare nel caso in cui si collegassero solo due console come PS5 e Xbox Serie X. Con la serie B2 però le porte HDMI 2.1 diventano 4, esattamente come sulle famiglie premium C2 e G2. Non è chiaro invece se le porte dei modelli B2 siano limitate a 40Gbps di banda passante oppure abbiano banda piena a 48Gbps. Perché LG parla di 48Gbps sui modelli “premium”, termine con cui vengono solitamente indicate le serie C, G e Z. Questo non sarebbe comunque un problema con le console nextgen perché come già detto Xbox Serie X ha l’output limitato a 40Gbps e PS5 a 32Gbps. Mentre nel caso di un uso con PC non si potrebbe sfruttare l’output a piena banda che una scheda grafica moderna sarebbe in grado di garantire su HDMI 2.1. La serie B2 resta in ogni caso indicata per i giocatori che hanno un budget più contenuto ma vogliono comunque accedere a funzionalità e prestazioni degli OLED LG, giocando principalmente su console. Mente la serie C2 si rivolge a gamer più evoluti che vogliano schermi più luminosi da sfruttare anche su PC a banda piena con schede graifiche di fascia alta. E infine la serie G2 si rivolge a chi cerca il massimo in ambito OLED, sia per luminosità che per prestazioni e funzionalità.

Di fatto un OLED B2 sarà assimilabile a un C1 del 2021. Stesso pannello (non EVO). E 4 porte HDMI 2.1 ad almeno 40Gbps. L’impressione è che il processore d’immagine a7 Gen5 presente su questa TV sia di fatto il top di gamma a9 Gen4 della serie 1, solo rimarchiato.

Mentre la serie C2 si colloca per qualità delle immagini e luminosità sullo stesso livello della G1, ma con un’elettronica più evoluta, porte HDMI 2.1 a piena banda e una nuova esperienza utente WebOs. E infine il G2 rappresenta il top assoluto che un gamer possa oggi chiedere a un OLED.

Su tutti i modelli LG OLED 2022 è stato anche ridotto lo spessore della già sottilissima cornice, passando da 10mm a 6mm.

Ultima nota riguarda la UX, ossia la User eXperience, ovvero l’interfaccia d’uso delle TV. Sui modelli 2022 arriva un nuovo software WebOS 22 che si sostituisce al WebOS 6 dei modelli 2021 (per quanto possa suonare strano, il gap numerico è proprio quello!) e le novità di rilievo sono queste: possibilità di impostare profili di immagine personalizzati per ciascun utente. Basterà avvicinare il sensore NFC di uno smartphone al Magic Remote della Tv per attivare il proprio profilo. In questo modo, se la vostra TV fosse condivisa con altre persone, non vi troverete più a dover risistemare ogni volta i profili di gioco come piace a voi! Poi ci sono novità anche sull’interfaccia Game Optimizer, introdotta con WebOS 6 sulla gamma OLED 2021. Il Game Optimizer della serie 2022 di OLED LG avrà infatti un’opzione Dark Room (Stanza Buia) che permetterà di ottimizzare i parametri d’immagine per l’uso della TV in una stanza poco illuminata. Mentre ai preset già disponibili per FPS, RTS e RPG si aggiungerà anche un preset Sport per giochi sportivi e simulazioni di guida.

Allora che ve ne pare di questa nuova gamma 2022 di OLED LG? Fatecelo sapere nei commenti!

Se possedete un OLED LG 2021 serie B1, C1 o G1 vi ricordo i miei video con le impostazioni consigliate. Qui c’è la guida definitiva per impostare gli OLED LG B1/C1/G1 con PS5. E qui invece la guida definitiva per impostare gli OLED LG B1/C1/G1 con XBOX SERIE X. Infine qui trovate la mia prova di LG OLED G1 “Gallery” con pannello OLED EVO, insieme a una panoramica delle serie 2021 di OLED LG.

Fonte: LG CES2022