LG presenta al CES 2022 la prima smart TV OLED da 42″ e amplia la gamma fino a 97″

LG OLED

Dopo il successo avuto dalle smart TV OLED delle serie CX e C1, ma non solo, LG è davvero lanciatissima in questa tecnologia che permette di godere al meglio possibile di videogiochi, film e serie TV. In occasione del CES 2022 di Las Vegas il brand coreano ha presentato le sue ultime tecnologie e la nuova gamma di smart TV per il 2022. Tra queste spiccano gli OLED più piccolo e più grande al mondo.

LG infatti ha voluto ampliare ulteriormente la propria offerta superando i precedenti limiti con nuovi modelli. All’evento sono state presentate le smart TV delle famiglie A2, B2, C2 e G2. La serie A2 esattamente come la A1 del 2021 si rivolge a chi intenda usare l’OLED principalmente come TV per la visione di film, serie, programmi ed eventi sportivi. Questi modelli sono infatti privi di porte HDMI 2.1 e supportano un refresh a soli 60Hz.

È la serie B2 quindi a rappresentare l’entry level 2022 per chi intenda usare la TV OLED anche per gaming, vista la presenza di porte HDMI 2.1 (quattro in tutto) e il refresh rate a 120Hz. La serie C2 invece si rivolge espressamente ai gamer, a cui garantisce ottime prestazioni e funzionalità. E tra le novità della serie “C” in chiave 2022 c’è l’adozione del pannello OLED EVO più luminoso, che nel 2021 era un’esclusiva dei modelli G1. A riguardo si è generata un po’ di confusione però. Perché l’immagine promozionale della nuova famiglia 2022 di OLED LG ci mostra il modello da 42″ serie C2 come EVO, mentre il comunicato stampa diffuso dall’azienda coreana parla di pannello EVO solo su “modelli selezionati della serie C2″, quindi non su tutti. E infatti alcuni siti hanno riportato che il pannello EVO sarebbe presente solo sui C2 a partire dai 55” di diagonale. Interpellata da noi LG Italia ha dichiarato che il pannello EVO sarà effettivamente installato su tutti i modelli della serie C2, ma che sulle diagonali minori, da 42″ e 48″ i vantaggi in termini di luminosità percepita dati da EVO potrebbero risultare meno evidenti.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX
LG_Gamma_OLED_2022_CES2022_1

Infine la serie G2 o “Gallery” resta posizionata sulla fascia più alta, essendo pensata appositamente per l’installazione a parete grazie a una elettronica ultracompatta che consente a questi dispositivi di ‘mimetizzarsi‘ come dei veri e propri quadri. I modelli G2 non perdono la connotazione di top di gamma e adesso che il pannello OLED EVO non è più una loro esclusiva entra in gioco la tecnologia Brightness Booster. Brightness Booster è un insieme di due elementi: una tecnologia gestita via IA che analizza tramite Deep Learning la scena frame by frame e permette di innalzare al massimo la luminanza dei dettagli. E poi un materiale di dissipazione applicato al pannello OLED EVO, che permette di raffreddarlo e quindi di spingere la luminanza su valori in nits più elevati, senza il rischio di ritenzione d’immagine permanente (burn-in). LG sostiene che grazie a Brightness Booster i nuovi G2 saranno circa il 20% più luminosi dei C2. La stessa differenza che veniva dichiarata nel 2021 tra modelli C1 e G1 grazie all’uso del pannello OLED EVO. Considerato che il pannello EVO è in grado di spingersi oltre i 900 nits di luminanza, ci aspettiamo che i modelli G2 con OLED EVO e Brightness Booster possano toccare picchi superiori ai 1100 nits. Ma queste cose le verificheremo quando i nuovi TV arriveranno sul mercato.

LG_OLED_2022_EVO_Gallery_G2_CES2022_1

Nelle varie serie ci sono anche altre novità. Nel caso degli LG C2 ad esempio viene introdotto il modello da 42″, la smart TV OLED più piccola al mondo e che all’occorrenza può anche essere utilizzata come monitor PC di tipo “Big Display“. Attenzione però: il C2 da 42″ sarà privo di pannello OLED EVO! Presente invece su tutti gli altri modelli di questa famiglia, ossia 48″, 55″, 65″ e 77″. Per la famiglia LG G2 invece sono stati svelati i modelli da 83″ e 97″, che si aggiungono a quelli già esistenti da 55″, 65″ e 77″. Tutti saranno dotati di pannello OLED EVO con Brightness Booster.

Una novità importante è rappresentata dalle porte HDMI. Ora i modelli dotati di porte HDMI 2.1 avranno banda piena a 48Gbps su ciascuna di queste porte e potranno quindi supportare un flusso video 4K a 120Hz con profondità colore 12 bit e in Full RGB 4:4:4, quindi senza sottocampionamento della crominanza.

LG_OLED_2022_C2_83_CES2022_1

Aggiornati anche i processori d’immagine. Sui modelli A2 e B2 sarà presente il nuovo processore d’immagine Alpha 7 Gen 5. Mentre tutti i modelli della famiglia OLED G2 e C2 saranno dotati del processore d’immagine Alpha 9 Gen 5, caratterizzato da un algoritmo di upscaling aggiornato grazie all’utilizzo delle Intelligenze Artificiali e il Deep Learning. Analogamente è stato migliorato anche la tecnologia LG AI Sound Pro in grado di offrire un audio surround virtuale 7.1.2.

Tutti i pannelli LG OLED 2022 hanno ricevuto da Intertek la certificazione “100% color fidelity” per fedeltà cromatica e volume colore, riferita al 100% di copertura dello spazio colore DCI-P3. Ridotta inoltre la dimensione delle cornici di tutti i pannelli, che ora misurano 6mm invece di 10mm.

Infine è stato aggiornato anche il sistema operativo WebOS che giunge alla versione 22. Questa nuova versione permetterà di creare profili differenziati per ogni membro della famiglia, adattando di volta in volta le impostazioni in base alle esigenze di ognuno. Cambiare profilo sarà facilissimo, perchè basterà utilizzare il sensore NFC del vostro smartphone e accostarlo a quello del telecomando “Magic Touch“. Con l’integrazione di Google Stadia vi basterà impugnare un controller

Molto interessante è invece la nuova funzionalità “Room To Room Share” che consente di fare lo streaming di contenuti da un dispositivo collegato da una Smart TV all’altra. Pensate ad esempio a chi in casa ha un decoder Sky o un Top Box Timvision, i contenuti potranno essere trasmessi a una qualsiasi altra smart TV compatibile collegata sotto la stessa rete wifi. Ma questa funzionalità non è sicuro sia resa disponibile al lancio. Potrebbe arrivare con un update successivo.

Fonte: The Verge

LG_OLED_2022_G2_97_CES2022_1