Microsoft, Nvidia, Ubisoft, Samsung e Vodafone sarebbero state hackerate da due adolescenti, secondo Bloomberg

PolyNetwork hacker

Recentemente, un attacco hacker ha coinvolto Microsoft, Nvidia, Ubisoft, Samsung e Vodafone. Secondo un recente report di Bloomberg, dietro questo attacco hacker troveremmo ancche due adolescenti, uno residente nel Regno Unito mentre l’altro residente in Brasile, ed entrambi appartenenti al gruppo Lapsus$, il quale ha rivendicato ufficialmente due degli attacchi in questioni.

Dei ricercato di sicurezza informatica che starebbero indagando sull’attacco, ritiene che tra i membri coinvolti ci siano anche due ragazzi. Il primo è un ragazzo di appena sedici anni residente ad Oxford, e altri hacker rivali hanno postato i suoi dati personali in rete, incluso anche l’indirizzo di casa.

L’altro membro risiede invece in Brasile, e avrebbero individuato ben sette account diversi legati a Lapsus$. Uno dei ricercatori è andato ad Oxford per parlare con la mamma del sedicenne inglese, scoprendo però che quest’ultima non era a conoscenza delle accuse contro il figlio. Il ragazzo, almeno pubblicamente, non è stato infatti accusato di alcun illecito da parte delle Forze dell’Ordine.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Ricordiamo che il primo attacco hacker è avvenuto a inizio marzo. Lapsus$ ha infatti ammesso di aver attaccato Nvidia, e sarebbe addirittura riuscita a rubare il codice sorgente del DLSS. In tempi più recenti, invece, il gruppo di Hacker ha bucato Microsoft, rubando questa volta il codice sorgente di Bing e di Cortana.

Sempre recentemente, anche Ubisoft è stata vittima di un attacco Hacker, e con essa anche Toei Animation e Trenitalia. Nell’ultimo caso, è stato richiesto un riscatto di ben 5 milioni di dollari.

Fonte: Bloomberg