Oblivion: la Città Imperiale in next-gen come non l’avete mai vista grazie a Unreal Engine 5

The Elder Scrolls 4 Oblivion Unreal Engine 5 Città Imperiale

The Elder Scrolls 4 Oblivion è tra i capitoli più apprezzati e giocati della serie. Ambientato a Cyrodiil, Oblivion ci ha garantito ore e ore di divertimento grazie a una mappa piena di pericoli e segreti da scoprire. Tra le particolarità che resero questo titolo unico, inoltre, vi erano i portali di Oblivion. Questi permettevano di raggiungere un mondo dominato dai demoni, e il nostro compito era quello di chiuderli così da salvare il pianeta.

A differenza di Skyrim, The Elder Scrolls 4 Oblivion, essendo più vecchio, ha maggiormente subito il peso degli anni. Un utente, però, ha voluto ricreare parte del videogioco con il nuovo motore grafico Unreal Engine 5. Svelato l’anno scorso, quest’ultimo promette di sfruttare appieno tutte le potenzialità offerte dal PC e dalle console next-gen PlayStation 5 e Xbox Series X e Series S ed è stato creato da Epic Games.

Tornando a Oblivion, Greg Coulthard ha condiviso sul proprio canale YouTube la Città Imperiale in versione Unreal Engine 5. Come si può notare dal video (lo trovate a fondo articolo), il salto di qualità è incredibile. Tutti gli asset utilizzati provengono dal gioco originale, e su quasi tutti è stata usata la tecnologia Nanite, tranne per quanto riguarda i banner e i muri esterni.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Nanite, per chi non lo sapesse, è una feature all’interno del motore grafico che permette di importare con estrema facilità e velocità scansioni 3D ad altissima definizione, progetti CAD, o modelli realizzati in altri ambienti come . Questo andrà a vantaggio degli artisti, che vedranno ridursi la già alta mole di lavoro.

Dal video è possibile notare anche Lumen in azione. Questa è un’altra particolarità di Unreal Engine 5, ed è un sistema di illuminazione che permette di ricreare una illuminazione realistica e ombre dettagliate, con tanto di rimbalzi multipli e fonti luminose in movimento e che cambiano forma. Per tutti i dettagli sul motore grafico, vi rimandiamo al nostro articolo.

Per mostrare il fatto sulla Città Imperiale senza intocchi, Greg Coulthard si è servito di un PC avente una 1660GTX 6Gb, Intel Core I7 4770K e ben 24GB di RAM. E voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere tutto The Elder Scrolls 4 Oblivion ricreato interamente in Unreal Engine 5? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Wccftech