Phil Spencer contro la console war, ‘rispettate gli sviluppatori’

Phil Spencer Xbox Series X Microsoft Gaming

Dopo avere ricevuto il premio Lifetime Achievement sul palco dei DICE Awards, Phil Spencer ha concesso una breve intervista ai microfoni di IGN. Il CEO di Microsoft ha voluto mandare un messaggio forte a tutti quegli utenti che alimentano la ‘console war‘ tra piattaforme rivali. Per farlo ha richiamato i fan al rispetto degli sviluppatori che lavorano duramente per portare sugli scaffali e negli store digitali quei titoli che poi diciamo di amare.

“Troppo spesso gli sviluppatori vengono usati come armi in una guerra tra piattaforme. Penso a chiunque sia così coraggioso da avere un’idea e svilupparla fino a portarla a termine. L’idea poi viene valutata dal pubblico, dalla critica. Tutto viene analizzato. Vorrei solo che ci rendessimo conto che è una fortuna avere tanti giochi provenienti da altrettanti sviluppatori. Si tratta delle fondamenta sulle quali poggia il dell’industria” ha detto Spencer.

Il CEO di Microsoft ha poi chiosato: “credo che abbiamo tutti una responsabilità verso qualcuno. La abbiamo nei confronti dell’industria. Ma anche nei confronti della società e soprattutto abbiamo una responsabilità verso noi stessi. Poco più di un mese fa, Spencer aveva addirittura proposto un ban ‘urbi et orbi verso tutti quegli utenti che avvelenano la community. Le parole di Phil Spencer sembrano fare eco a quelle pronunciate dalla vice presidente di Laura Miele. Dallo stesso palco, Miele aveva evidenziato alcuni gravi problemi presenti nell’industria tra cui i ben noti casi di molestie, pur non citandoli direttamente.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Come abbiamo fatto nostre le parole di Miele, facciamo nostre anche le parole di Spencer. Una community sana si basa sul rispetto reciproco. Siamo tutti accomunati dalla stessa passione nei confronti dei videogiochi. Non dovremmo mai dimenticarcene.

Le parole dello stesso Spencer, dal palco dei Game Awards 2018 tornano forti e chiare alla mente: We are most powerful when we come together, united by our common love for the form of art of videogames. When everybody plays, we all win”.

Ecco. In una guerra non vince mai nessuno. Nemmeno in quella tra community e console.

Fonte: IGN