Phil Spencer: Giocare su Xbox Series X sarà diverso rispetto a Xbox One

Phil Spencer
Banner Telegram Gametimers 2

Come cambierà il nostro modo di approcciarci al gaming con l’avvento di Xbox Series X? Come cambia il modo di sviluppare i titoli per la next-gen Microsoft? A queste ed altre domande ha provato a rispondere Phil Spencer. A intervistarlo, come sempre, il portale specializzato Gameindustry.biz.

Per prima cosa, Spencer, ci ha tenuto a sfatare un mito sulle modalità di sviluppo dei giochi. La storia che i giochi su Xbox One frenerebbero lo sviluppo degli stessi su Xbox Series X è “Un meme creato da chi è troppo preso con la competizione tra device. Penso per esempio a ciò che succede adesso con Windows. Praticamente è quasi certo che se un developer sta preparando la versione PC di un gioco, allora la versione migliore sarà quella su PC. Lo si può notare con alcuni nostri titoli first-party, ma anche con quelli dei competitor, che la versione del gioco più ricca e completa è quella PC. Ma l’ecosistema dei PC è quanto di più diversificato possa esistere dal punto di vista hardware”, ha dichiarato Phil Spencer.

Il numero uno di Xbox prosegue ad esporre il suo pensiero: Il fatto che esista una grossa varietà di scelta sui modelli PC non impedisce ai developer di realizzare lì la versione migliore del loro gioco. Quindi questa idea che gli sviluppatori non siano in grado di realizzare un gioco che si adatti a una gran vastità di specifiche tecniche è semplicemente sbagliata. Il mondo PC lo dimostra”, afferma fiero Spencer.

Ma come può tutto questo applicarsi al mondo del gaming e del salto generazionale? Phil Spencer prova a rispondere così: “Lanceremo Xbox Series X quest’anno. Io la sto provando già a casa e posso assicurarvi che la differenza con Xbox One X si nota. Dovremmo applaudire al lavoro svolto da Jim Ryan e Mark Cerny sull’SSD e sull’audio, giusto per citare due dei campi su cui si sono concentrati per PlayStation 5. Dovremmo applaudire anche al lavoro fatto per ridurre i tempi di caricamento e l’input lag, migliorare scene e ambientazioni, migliorare il frame-rate. Tutte cose su cui abbiamo lavorato anche noi. Ma questo non dovrebbe impedire alla gente di giocare. Questo è il punto su cui ci siamo interrogati. Come fare per fornire ai videogiocatori un modo per godere al meglio un titolo Xbox nella forma che preferiscono?.

Dichiarazioni importanti quelle di Phil Spencer. La sfida con PlayStation 5 è più aperta che mai. Intanto attendiamo il prossimo evento Inside Xbox, fissato per il 23 di questo mese. Per quella data dovremmo avere uno sguardo più approfondito su quali sorprese la next-gen Microsoft ci ha riservato. A quanto pare, inoltre, anche Sony non avrebbe scoccato tutte le frecce al proprio arco. La dirigenza PlayStation si è detta pronta a rispondere a qualunque annuncio possa arrivare da parte dei concorrenti. Secondo un recente sondaggio, la console Sony parte già avvantaggiata in termini di gradimento.

Fonte: Gameindustry.biz

Rispondi