PlayStation 5: via le ‘Accolades’. Secondo Sony, pochissimi gli utenti a usare la funzione

playstation-5-sony-brevetto-streamer

si prepara a dare l’addio a una funzionalità veramente poco usata dagli utenti PlayStation 5: le Accolades, o “riconoscimenti”. I premi anonimi per ricompensare il fair play online!

La notizia giunge dal blog giapponese ryokutya2089.com, che ha per primo dato la “triste” notizia al mondo. Ma cosa sono le Accolades, innanzitutto? Questa funzionalità era stata presentata da come un modo per ricompensare il fair play di un giocatore al termine delle partite su PlayStation 5.

In altre parole, terminata una partita multiplayer, nel caso in cui ci fosse piaciuto il comportamento di un avversario (o alleato) in partita, potevamo ricompensarlo con un piccolo premio. Il funzionamento è identico ai premi elargiti ai commenti su Facebook. È possibile anche selezionare una motivazione per il premio inviato. Una maniera come un’altra per promuovere la sportività dei giocatori, cercando di diminuire la tossicità di alcuni utenti!

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Obiettivo non raggiunto, però, visto che all’arrivo di questa notizia in molti hanno fatto fatica addirittura a ricordare cosa fossero questi riconoscimenti! Gli Accolades sono infatti attualmente supportati solo da una manciata di titoli first-party come la modalità Legends di Ghost of Tsushima, Sackboy: A Big Adventure e Destruction AllStars, motivo per il quale è probabile che non li abbiate neanche intravisti!

Non una sorpresa quindi che fossero ben pochi i giocatori che utilizzavano attivamente questa novità un po’ nascosta della console , principale motivo dietro al suo dismissione. Le ‘Accolades’ verranno quindi rimosse dal software della console in maniera definitiva in autunno. Improbabile le rivedremo nel prossimo. Magari, più avanti. Per adesso non sembra ci sia intenzione di proseguire su questa strada.

Ricordiamo che sono usciti i risultati finanziari di Sony del primo trimestre del 2022. I dati che evidenziano una certa difficoltà nel comparto gaming dell’azienda nipponica!

Fonte: Siliconera