PlayStation Studios: Sony aumenta di 300 milioni di dollari gli investimenti, e punta a “molteplici piattaforme”

PlayStation Studios PlayStation 5 PS5 PS4 investimenti per oltre 300 milioni di dollari Sony Interactive Entertainment

Dall’ultimo resoconto finanziario presentato ai propri azionisti, Sony Interactive Entertainment ha palesato la volontà di voler aumentare gli investimenti sui propri team First Party. Si tratta di un aumento corposo su PlayStation Studios, pari a oltre 300 milioni di dollari, ma non è questo l’aspetto più importante. Sony ha infatti intenzione di pubblicare i giochi su “molteplici piattaforme”.

È proprio questo punto a destare interesse, perché lascerebbe supporre che Sony sia intenzionata ad aprirsi ancora di più col mercato e mobile. In merito all’ambito mobile, Sony ha già palesato mesi fa l’intenzione di esplorare il mercato iOS e Android, promettendo su smartphone l’arrivo titoli tratti dai suoi migliori franchise. Addirittura, mesi fa trapelò un controller pensato proprio per l’utilizzo su smartphone.

Il mercato è invece più particolare, poiché qui si parlerebbe di titoli portati su PC, cosa che tra l’altro sta già accadendo da ormai un paio di anni. Sony potrebbe dunque decidere di aumentare il numero di porting su PC, coinvolgendo magari titoli PlayStation Studios quali Forbidden West, Gran Turismo 7 e Ragnarok.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Su quest’ultimo si è espresso anche il Creative Director, Cory Barlog. Ricordiamo inoltre che Sony Interactive Entertainment ha acquisito la software house Nixxes a tale scopo, dunque è lecito aspettarsi ulteriori titoli dopo Uncharted Raccoltà L’eredità dei Ladri.

“Prevediamo di incrementare le spese di sviluppo dei giochi a 308 milioni di dollari, al fine di rafforzare il software dei nostri studi esistenti. D’ora in poi puntiamo di accrescere il business videoludico migliorando il nostro software proprietario e pubblicando i giochi su molteplici piattaforme, spiega il colosso giapponese.

Sony poi conclude, dicendo: “Oltre ad acquisire studi come Bungie e Haven, abbiamo incrementato anche gli investimenti nello sviluppo di contenuti da parte dei nostri team già esistenti. Di conseguenza, il nostro sviluppo di titoli first party è aumentato a un ritmo elevato”.

Fonte: IGN