Pokémon Diamante e Perla: remake ormai certo? L’annuncio sarebbe vicino

pokemon diamante perla remake

Diamante e Perla sono tra i giochi più amati ’universo Pokémon, e sono mesi – forse anni – che si parla di possibili remake.

I fan fremono alla possibilità, ma a oggi abbiamo avuto solo piccoli indizi che mai hanno finito per confermarne l’esistenza, ma al massimo riaccendere gli animi.

Banner Telegram Gametimers 2

Eppure, sembra che il 2021 sia davvero l’anno dei remake di Pokémon Diamante e Perla, stando a quanto riportato da Centro Pokémon Leaks, canale social generalmente molto informato sui ‘dietro le quinte’ della serie Nintendo.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Parliamo comunque di informazioni non ufficiali, quindi il tutto va preso con le pinze, ma consigliamo comunque di alzare l’asticella dell’ottimismo. I leaker in questione si sono già rivelati affidabili in passato, quindi vediamo cosa hanno da dire.

Secondo fonti non ben precisate, ma ritenute affidabili, il remake di Pokémon Diamante e Perla arriverà proprio quest’anno su Nintendo Switch e sarà un gioco canonico del filone principale . Secondo il , l’annuncio dovrebbe arrivare già a febbraio, forse durante un Pokémon Direct.

A rafforzare la loro tesi, Centro pokémon ha fatto notare come proprio durante la giornata di ieri sia stato anche registrato un dominio ufficiale a tema. Non c’è nulla se cerchiamo di raggiungere quell’indirizzo ma sarebbe anche normale: i contenuti saranno rivelati solo quando al momento giusto.

Come dicevamo, non c’è motivo di essere pessimisti a riguardo. Le voci su un possibile remake del capitolo in questione girano da tantissimo tempo, e tutte le nuove prove a riguardo sembrano confermare ciò che ormai manca solo di ufficialità. Febbraio, poi, sarebbe il mese perfetto per un annuncio, andando a cadere l’anniversario di Pokémon.

Curiosità: Una curiosa storia giunge dagli USA, dove uno studente di medicina ha deciso di vendere parte della sua collezione Pokémon per poter pagare le proprie rette universitarie. CalebKing, il nome dello studente, ha infatti approfittato del valore della sua collezione, racimolando oltre 80.000 dollari con cui poter pagare la retta universitaria, che negli Stati Uniti non è propriamente economica.

Fonte: Centro Pokémon