Project xCloud di Microsoft testato all’E3 2019. La latenza è inferiore a quella di Google Stadia!

Project xCloud

Anche se durante la conferenza Xbox si è parlato davvero poco di Project xCloud, il servizio era presente e testabile allo stand Microsoft.

Per chi non lo conoscesse si tratta del servizio di cloud gaming creato da Microsoft che andrà ad affiancare Xbox Game Pass nel lungimirante progetto di rendere fruibili i giochi on demand, come per film e serie TV su Netflix.

Il cloud gaming consentirà di abbattere le barriere dovute ai requisiti di sistema hardware, consentedo di giocare ai titoli Tripla A praticamente su qualsiasi display, dal cellulare, al tablet, passando per una smart TV.

I redattori di Ars Technica hanno avuto modo di testare il servizio e notare che su smartphone l’input lag risulta essere di soli 67ms con Halo 5 (sono stati fatti tre test per confermare il dato).

Performance decisamente migliori rispetto a quanto fatto registrare da Google Stadia lo scorso marzo alla Game Developers Conference. In quei test Stadia ha fatto registrare una input lag di 166ms.

Seppur testato in condizioni ideali, si tratta di un ottimo risultato dovuto anche alla bontà dell’infrastruttura Azure su cui è basato.

 

Fonte: Ars Technica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.