Proteste 5G: Incendiate centraline nel casertano, ma erano antenne 3G e 4G!

Proteste 5G
Banner Telegram Gametimers 2

In questi giorni di la rete è invasa dalle fake news anche riguardanti la rete telefonica 5G, che è stata addirittura accusata di veicolare il virus attraverso le onde elettromagnetiche. Ovviamente si tratta di notizie totalmente inventate e frutto della fantasia, peraltro senza neppure i minimi fondamenti scientifici di base.

Purtroppo però sono in tantissimi che ci credono, soprattutto quando a condividere queste informazioni sono persone dotate di una certa reputazione, come i politici o qualche VIP.

Negli scorsi giorni vi avevamo già parlato di attacchi alle antenne telefoniche avvenuti in Gran Bretagna, ma questi non sono stati gli unici e l’Italia non voleva essere da meno.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Dapprima ci sono state diverse proteste in Veneto, riportate dal quotidiano La Provincia di Como, e per ultimo un vero e proprio assalto alle centraline avvenuto a Maddaloni, nel casertano.

Purtroppo l’ignoranza di questo gesto è forte! A Maddaloni non ci sono centraline 5G, né la città sta sperimentando il nuovo sistema di telecomunicazioni. Quelle a cui è stato dato fuoco erano comuni centraline 3G e 4G di proprietà di WindTre e Iliad, con la conseguenza di aver creato un blackout nelle telecomunicazioni dell’area coperta.

Fonte: Repubblica