Realtà Virtuale: Palmer Luckey sta lavorando a una soluzione per la motion sickness

VR

L’ideatore di Oculus Rift, Palmer Luckey, sta lavorando a una soluzione per risolvere il problema della motion sickness ovvero la nausea che coglie alcuni utilizzatori dei visori VR.

Luckey ha pubblicato un tweet in cui parla delle innovazioni tecnologiche dei prossimi cinque anni:

  • Soluzione universale per il disallineamento vestibolo-oculare della VR (che genera la motion sickness)
  • Capacità di percezione/reazione sovraumane per alcune persone
  • Analisi predittiva che in alcuni casi è indistinguibile dai viaggi nel tempo
  • Taxi volanti a decollo verticale VTOL
  • Accelerazione da 0 a 60 in 0,8 secondi

Luckey rispondendo a un utente ha poi chiarito che sta già lavorando al sistema per risolvere la motion sickness e che questo è un misto di hardware e software. Per quanto ne sa, nessun altro sta lavorando a questo aspetto della VR.

Si tratta di un progetto open source che verrà mostrato nei prossimi mesi.

Lo sviluppatore ha lasciato Facebook e Oculus Rift nel marzo del 2017 senza un apparente motivo. Successivamente nell’aprile 2018 Mark Zuckerberg, durante l’inchiesta del senato riguardo il caso Data Gate e Cambridge Analytica, ha confermato che Luckey è stato licenziato ma non per ragioni politiche.

Commenti

commenti