SIFU: versione PC e PlayStation 5 nell’analisi di Digital Foundry

Sifu

SIFU è sicuramente uno dei giochi che ha catturato l’attenzione del momento. Uscito l’8 febbraio su PC, PlayStation 4 e PlayStation 5, il gioco è stato accolto con valutazioni positive. Le feature originali e un apprezzabile livello di sfida ne stanno decretando il successo. Se da un punto di vista ludico possiamo avere opinioni soggettive che, alla fine, si possono ridurre a banali “mi piace/non mi piace”, in termini tecnici c’è bisogno di parametri più oggettivi.

Questo è quello che ha tentato di fare il portale Digital Foundry con un video pubblicato sul canale YouTube del sito. Sono state messe a confronto le versioni PC e PlayStation 5 del gioco nel tentativo di stabilire quale delle due fosse meglio ottimizzata. Il risultato? Un pareggio, più o meno. Il video integrale è riportato in fondo a questo articolo, l’analisi inizia al minuto 13, noi vi forniremo un breve riassunto delle considerazioni emerse.

Prima in ordine di citazione; la risoluzione. Mentre la versione PlayStation 5 utilizza un 4K nativo, quella PC si adagia su un sistema di risoluzione variabile che è possibile adattare al proprio set-up in base alle esigenze. Digital Foundry, inoltre, annota come plus della versione PlayStation 5 di SIFU siano le feature del con il feedback aptico.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Altro aspetto affrontato è la gestione di luci e ombre. Mentre su PC potremo scegliere con quali “occhi” vedere il mondo di gioco – sono tre le opzioni disponibili per le ombre – PlayStation 5 sembra averne una sola tipologia studiata appositamente per quella piattaforma. Dove PS5 sembra primeggiare è la velocità di caricamento. Meno di 4 secondi su piattaforma Sony. Su PC, a fare la differenza è il processore. Utilizzando un SSD NVME da 3.5 GB/s e con settaggi 4K Ultra, i load screen possono durare dai 6.52 secondi utilizzando un Ryzen 9, ai 7.88 con un i9 e fino a oltre 8 secondi con un Ryzen 5. Circa il doppio in ogni caso.

Il PC usato per i test si comporta meglio anche nella gestione degli FPS. SIFU gira a 60 frame al secondo in ogni situazione di gioco pur richiedendo alla scheda grafica di mostrarci il gioco in 8K. Anche PlayStation 5 mantiene stabilmente la soglia dei 60fps anche se, ovviamente, la risoluzione risulta settata a 4K anziche 8.Nonostante ciò non è possibile non notare come, in alcune situazioni – come il passaggio tra ambienti diversi – , il PC presenti un effetto stuttering assente invece su PlayStation 5.

Vi rimandiamo comunque all’analisi completa di Digital Foundry per farvi un’idea di come SIFU si comporti nelle più disparate situazioni.

Voi lo avete già preso? Su quale piattaforma?

Fonte: Digital Foundry