Sparco salta nel mondo dei racing-game con sedili e periferiche

Sparco, brand leader in ricerca e sviluppo di componenti automobilistici e abbigliamento tecnico, punta a un virtuale sempre più reale”, come ci racconta la stessa azienda.

Proprio per questo, ha studiato e annunciato una linea di prodotti che rendesse l’esperienza della “simulazione” e del gaming ancor più vicina alla realtà.

Il brand di Volpiano ha trasferito la sua esperienza nello delle forme e dei materiali e l’ha portata in quelle che sono le sedute per il gaming, dove i giocatori vogliono e cercano attivamente sempre il massimo del comfort e della traspirabilità per via delle lunghe sessioni di gioco.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Nasce così una collezione rivolta sia ai gamer più “casual”, sia all’utente che pretende prestazioni elevate, come ad esempio gli atleti dell’eSport, disciplina che anno dopo anno vede crescere sempre più il proprio pubblico e giocatori, contando oltre 134 milioni di spettatori e con le stime che danno una crescita costante nei prossimi cinque anni del 30%.

Sparco ha così concepito tre modelli di sedute gaming:

GRIP: modello entry-level, che permette all’utente di regolare la posizione di seduta in altezza ed inclinazione, mentre lo schienale offre oltre alla possibilità di reclinazione anche quella di regolazione lombare micrometrica. Il prodotto è sellato con la stessa pelle sintetica utilizzata per i prodotti automotive after-market garantendo resistenza all’usura, lavabilità con panno umido e durata della consistenza superficiale.

STINT: è dedicata a un gamer più esigente che, oltre agli aspetti funzionali e di movimentazione, strizza anche l’occhio alle prestazioni. La sedia STINT è, infatti, equipaggiata con l’innovativo sistema Coldflow: questo sistema vede accoppiarsi, sia nel cuscino che nella parte centrale dello schienale, un tessuto microforato e un cuscino composto da fili di natura epossidica. Il sistema Coldflow, inoltre, vede migliorare i flussi sanguigni se confrontato con le sellature tradizionali.

COMP: ovveroil modello “Luxury” della gamma Sparco. Questo prodotto è stato concepito nelle due varianti C e V. La prima, top di gamma tra le sedute da gioco, è dotata di uno schienale composto dallo stesso materiale composito in fibra di carbonio utilizzato sulle Supercar allestite da Sparco; la versione V, invece, è equipaggiata con uno schienale in vetroresina verniciato in nero opaco. Entrambe le sedie sono derivate nel design e nel comfort dal sedile SPX.

L’azienda ha anche confermato di aver stretto una collaborazione con Codemasters – software house già famosa per i suoi videogame sportivi – assieme alla quale verrà prodotta una poltrona personalizzata marchiata DiRT Rally.

Va sottolineato come la stessa filosofia adottata per le sedute è stata applicata anche per la realizzazione dell’equipaggiamento per i videogame simulativi.

La vera punta di diamante è costituita dal cockpit , che vede riconcepita la postazione di guida per simulatori grazie a un layout sì compatto, ma che promette di entusiasmare tutti i piloti virtuali grazie allo studio antropometrico svolto con Humanetics, che garantirà loro la stessa posizione di guida che Sparco studia per le vetture da competizione Rally e GT.

Le numerose regolazioni presenti (guide scorrevoli per il sedile, sistema di regolazione per rotazione, scorrimento ed elevazione di supporto volante e supporto pedali, ripiegamento salva-spazio) permettono a una vasta gamma di utilizzatori la ricerca della posizione corretta.

Per quanto riguarda le periferiche, Sparco ha in cantiere volanti capaci di replicare, tanto nelle dimensioni quanto nei materiali, quelli già presenti sulle vetture da competizione.