Spider-Man: dopo PS5, PS4 e PC arriva anche su Xbox, grazie a un trucchetto

spider-man insomniac su xbox series x grazie a espediente

“Sembrava impossibile, ma ce l’abbiamo fatta”. Almeno, ce l’ha fatta Tom Warren. Il giornalista e insider, dal suo profilo Twitter condivide un video che mostra Marvel’s Spider-Man, il titolo esclusiva PlayStation arrivato su PC qualche giorno fa, funzionare correttamente – e perfettamente – anche su Xbox Series X. Basta seguire le istruzioni forniteci da Warren.

Il ragnetto ideato da Stan Lee e riportato su console da ha da poco ricevuto una conversione PC a opera di Nixxes. L’azienda si era già occupata di traghettare, ad esempio, Days Gone. Da quando Marvel’s Spider-Man è arrivato su PC– tramite Steam – ci si è chiesti se non fosse possibile (attraverso qualche espediente) far girare tutto anche su una console Microsoft. Esperimento interessante e che Warren ha portato a termine con successo.

Secondo quanto raccontato nel video, il titolo – ovviamente – non gira in maniera nativa sulla console. Spider-Man remastered, conferma Warren è in esecuzione sul PC ma viene trasmesso attraverso la sua Xbox grazie ad un software – di proprietà Microsoft – chiamato Wireless Display. Stando alla ricostruzione di Warren è sufficiente installarlo dal Microsoft Store sia sul proprio PC che sulla console. Le due piattaforme dovranno essere collegate entrambe alla rete internet, ovviamente.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

A installazione avvenuta, sulla tastiera è sufficiente premere la combinazione tasti Windows + K e selezionare la propria Xbox come dispositivo streaming di destinazione. Così facendo, il titolo che in quel momento è in esecuzione su PC potrà essere visualizzato sulla propria Series X o Series S. Ancora più interessante, il titolo supporterà anche il pad della console. Per poter approfittare di questo escamotage, Warren consiglia di utilizzare un PC performante elencando alcune specifiche che, a suo avviso, rappresentano il set-up base ideale. Tutto è spiegato nel brevissimo video esemplificativo riportato in fondo.

Altri esperimenti simili sono stati compiuti nel corso del tempo con altri giochi che, fino a poco prima, rappresentavano una prerogativa di casa Sony in salsa PC. È successo con Death Stranding approfittando di GeForce Now e Microsoft Edge. La stessa cosa alcuni utenti hanno provato a farla con God of War salvo poi scoprire che la funzionalità non era disponibile per il titolo di Santa Monica Studio.

Fonte: Tom Warren