The Sims 4: il DLC il mio matrimonio non arriverà in Russia a causa delle leggi Anti-LGBTQI+

The Sims 4

Il nuovo Game-Pack “Il Mio Matrimonio” di The Sims 4 non verrà pubblicato in a causa delle leggi vigenti contro l’omosessualità. Davvero una brutta notizia. Da qualsiasi lato la si voglia guardare è una sconfitta su tutti i fronti. Una sconfitta per la comunità LGBTQI+ russa ed internazionale. Una sconfitta per i videogiocatori e anche una sconfitta per Electronic Arts che è stata costretta a scegliere tra modificare il proprio prodotto per piegarlo alle leggi del Cremlino o rinunciare ad una larga fetta di utenza pur di mantenere intatti i contenuti creati. Solo pochi mesi fa, proprio per il titolo EA, era stata avviata una raccolta firme per chiedere agli ancora maggiore inclusività nel titolo. La petizione aveva raccolto in pochissimo tempo 20.000 firme.

Il comunicato di Electronic Arts

Electronic Arts ha voluto spiegare la decisione attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale di The Sims 4. “Quando iniziammo a creare ‘Il Mio Matrimonio’, questa era la visione che avevamo per la nostra comunità globale: la gioia di trovare l’amore, di celebrare quell’amore e di raccontare storie significative a livello personale. Immaginare le storie che i giocatori racconteranno con i pacchetti è alla base di tutto ciò che creiamo. Per “Il Mio Matrimonio” siamo stati entusiasti di presentarvi Dom e Cam. La loro storia d’amore rispecchia le esperienze di vita di tanti membri della comunità e della squadra di sviluppo. Nel prosieguo della lavorazione e del processo di narrazione del marchio, ci siamo resi conto che il modo in cui volevamo raccontare la storia di Cam e Dom non sarebbe stato qualcosa di liberamente condivisibile in ogni parte del mondo”. Recita l’incipit.

“La possibilità di raccontare storie di qualunque genere è uno dei fondamenti dello sviluppo di The Sims. Oscurare la storia di Cam e Dom avrebbe significato compromettere i valori in cui crediamo. Ci impegniamo a difendere la libertà di essere le persone che siete, di amare le persone che amate e di raccontare le storie che volete raccontare”. Prosegue così Electronic Arts.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Cosa comporta tutto questo per voi giocatori? Siamo decisi a tener fede a tale impegno evidenziando e celebrando le storie come quella di Dom e Cam, e abbiamo quindi preso la decisione di rinunciare alla pubblicazione di “Il Mio Matrimonio” dove la nostra narrazione sarebbe soggetta a modifiche a causa delle leggi federali vigenti. Purtroppo ciò significa che i membri della comunità di The Sims in non potranno acquistare tale Game Pack. Questa la conclusione del comunicato.

Non solo The Sims 4 nel mirino

Da anni la comunità LGBTQI+ di nazionalità russa è vessata da leggi nazionali sempre più stringenti. Il governo di Mosca punisce con pene severe chiunque sia ritenuto “colpevole” (scrivere questa parola in questo contesto fa malissimo, nda) di esprimere la propria identità sessuale e di genere qualora non fosse di natura cis-het. Tale discriminazione istituzionalizzata ha fatto inorridire i componenti della Corte Europea dei diritti umani e i membri del parlamento europeo a Strasburgo. Amnesty International ha avviato diverse iniziative di solidarietà in favore della comunità LGBTQI+ in Russia. In passato, il governo moscovita ha accusato anche la piattaforma Netflix di fare propaganda LGBT, qualsiasi cosa questo debba significare.

Forse la scelta di non pubblicare un contenuto aggiuntivo di The Sims 4 può apparire come un problema ‘minore‘ ma, in realtà, è sintomo della irrespirabilità del clima a Mosca e dintorni. Un clima liberticida che finisce con l’influire negativamente anche sulle scelte fatte fuori dai confini nazionali. C’è chi, per difendere i propri e gli altrui diritti, sta pagando con la propria libertà. In alcuni casi, con la sua stessa vita.

Fonte: Electronic Arts