Tony Sirico: ci lascia la star de ‘I Soprano’ e ‘Quei Bravi Ragazzi’, aveva 79 anni

tony-sirico-i-soprano

Si è spento nelle scorse ore Tony Sirico. L’attore italo-americano aveva 79 anni. A darne l’annuncio, attraverso i social, è stato il fratello, Robert Sirico. “È con grande tristezza ma anche incredibile orgoglio, amore e un insieme di ricordi che la famiglia di Gennaro Anthony Tony Sirico desidera informarvi del suo trapasso scrive Robert. Secondo quanto raccontato dai familiari alla testata TMZ, Tony aveva alcuni problemi di salute che sono peggiorati nel corso del tempo.

Tony Sirico ha cominciato la carriera attoriale negli anni ’70. Dapprima con alcune apparizioni televisive sporadiche in serie di vario genere. Sempre negli anni ’70, nel 1974, prende parte al suo primo ma con un ruolo marginale. Si tratta di Crazy Joe, pellicola diretta da Carlo Lizzani e incentrata sulla vita del boss Joe Gallo, assassinato due anni prima.

Da quel momento le interpretazioni si sono moltiplicate. Per la maggior parte delle volte, a Sirico è stato affidato un personaggio che fosse a lui congegnale rendendolo anche un ottimo caratterista. Tra le varie pellicole non va dimenticata ‘Quei Bravi Ragazzi’ dove ha recitato il ruolo di Tony Stacks. Nello stesso film, diretto da Martin Scorsese, abbiamo visto Ray Liotta. Anche quest’ultimo si è da poco spento.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Nel 1999, sempre nel ruolo di uno scagnozzo della malavita newyorkese, prende parte al ‘Mickey Occhi Blu’. Il ha per protagonisti Jeanne Tripplehorn, Hugh Grant e il recentemente scomparso James Caan.

La vera notorietà per Tony Sirico arriva dalla TV. Nella serie HBO ‘I Soprano’ ottiene un ruolo di primo piano, quello di Paulie Gualtieri. Raccontano gli autori che, però, il suo primo provino fu per il ruolo di Zio Junior. La serie conta sei stagioni andate in onda negli USA tra il 1999 ed il 2006. I Soprano ha raccolto premi un po’ ovunque negli USA. I più importanti sono 5 e 3 Emmy Awards. La bacheca trofei de I Soprano conta ben 82 riconoscimenti in totale.

Autoironico, Tony prestò il suo volto – e la sua voce – anche al mondo dell’animazione. Secondo il suo CV, è sua la voce di Big Daddy, papà di Wanda ne ‘I Fantagenitori’. Ha preso parte anche ad alcune produzioni di Seth McFarland. Ne ‘I Griffin’ ha interpretato sé stesso in alcuni spezzoni dal vivo e ha prestato la voce a Vinny, un cane adottato temporaneamente dai Griffin. In ‘American Dad’, invece, presta la voce a Enzo Perotti, un gangster apparso in pochi episodi.

Fonte: TMZ