Un documentario mostra il braccio bionico visto in Metal Gear Solid

Qualche mese fa vi avevamo parlato di James Young, il giovane dotato di un braccio protesico ispirato alla serie Solid (trovate la news QUI). Ebbene, nel caso foste rimasti affascinati dal suo arto multifunzionale, sappiate che è ora oggetto di un documentario intitolato Bodyhack: Man. È diviso in due parti (mezz’ora in totale) e potete trovarlo in calce alla notizia.

Bodyhack: Man racconta dell’incidente che ha lasciato il giovane senza braccio e parte della gamba sinistri, e del duro lavoro dell’esperta di protesi Sophie de Oliveira Barata per realizzare un braccio bionico ad alta tecnologia in grado di sostituire quello mancante. Il di Metal Gear, Konami, ha finanziato lo sviluppo di questa speciale protesi, battezzando l’arto artificiale “Phantom Limb Project” – chiaro riferimento a Solid 5: The Phantom Pain.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

FONTE: Polygon