Valorant: Riot Games omaggia un giocatore scomparso a causa del cancro con un commovente Gun Buddy

corbin valorant riot games

Il nuovo Battlepass di Episodio 5: Atto 3 include al suo interno un Gun Buddy dedicato a Corbin, un fan del gioco che recentemente è purtroppo scomparso a causa del cancro. Il cosmetico, chiamato Corbin’s Light, è ispirato a degli appunti del ragazzo e di suo fratello, e include le coordinate di una stella rinominata “Corbin” dalla fondazione Make-A-Wish. Riot Games farà inoltre una donazione a C-Squad Foundation, una raccolta fondi organizzata proprio in onore di Corbin poco prima che il ragazzo morisse.

Per ottenere il Corbin’s Light nel titolo di Riot Games, i giocatori dovranno guadagnare 23.000XP e sarà ottenibile gratuitamente. Dovrete solamente giocare, insomma. Catalina Faerman, artista associata a Riot Games che si è occupata del gun buddy, ha aggiunto ulteriori dettagli sull’item in questione. “Corbin’s Light racchiude un significato profondamente personale. È stato realizzato per uno dei nostri giocatori che è purtroppo scomparso durante la sua lotta contro il cancro., spiega Faerman.

“La Make-a-AWish Foundation ha dato il nome a una stella, dunque noi abbiamo deciso di onorarlo creando un Gun Buddy ispirato alla sua stella, in aggiunta a delle note di design da parte del fratello. In un certo senso, è stato facile realizzarlo. Io e Corbin siamo accomunati da un grande amore per l’astronomia. A lungo, lavorare per Riot è stato solo un sogno, ed è stata la mia fan art Star Guardian per League of Legends che mi ha condotta qui” prosegue Fearman.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Sotto altri aspetti, però, è stato un lavoro travolgente. Volevo realizzare qualcosa di cui lui sarebbe stato fiero ma al tempo stesso che lo rappresentasse. Fortunatamente ho avuto l’aiuto dei nostri fantastici Concept Artist e siamo riusciti a realizzare un disegno. Abbiamo scelto il blu per il Cristallo in quanto era il colore preferito di Corbin, e abbiamo aggiunto le coordinate della stella di Make-a-Wish”.

“Non sono stata a lungo nel di Valorant, dunque sono onorata e grata nei confronti del team che ha creduto in me e che mi ha supportata in questo lavoro. Ma più di ogni cosa, sono in debito con Corbin e tutti i nostri giocatori per darci l’ispirazione e l’opportunità di realizzare arte per loro. Sono incredibilmente fiera del Corbin’s Light e conserverò per sempre questa esperienza”, ha concluso l’artista.

Fonte: GameRevolutionRiot Games