Bethesda: Ciò che ha Microsoft Sony non potrà averlo, per il fondatore Christopher Weaver

Bethesda-Christopher-weaver-fondatore
Banner Telegram Gametimers 2

Sono passati oramai alcuni giorni dalla notizia dell’acquisizione di ZeniMax Media da parte di Microsoft. Con una mossa da 7,5 miliardi di dollari, Satya Nadella e Phil Spencer hanno messo in cassaforte anche Bethesda. Dalle pagine di Inverse parla Christopher Weaver, fondatore proprio di Bethesda.

Pur essendosi ritirato dal vertice della compagnia nel 2002 Weaver rimane una voce molto autorevole nel campo videoludico. Durante l’ ha provato a fare qualche previsione riguardante i titoli sviluppati dalla software house da lui fondata. Sono in molti a chiedersi se, con l’acquisizione, esista il rischio che IP come The Elder Scrolls o Fallout possano in un futuro diventare esclusive Xbox. Phil Spencer ha rassicurato tutti per il momento, le IP Bethesda non saranno Xbox. Ecco, secondo il fondatore di Bethesda invece accadrà l’esatto opposto: “Sony non potrà ottenere quello che ha Microsoft” ha detto lapidario.

Weaver ha anche affermato di essere stato messo al corrente delle trattative e di essere molto gratificato dal loro esito. Sulla stessa questione, Weaver approfondisce: “si tratta di una operazione dalla quale beneficeranno tutti. Microsoft si è messa in casa una delle aziende con più esperienza in campo videoludico. Bethesda approfitterà delle risorse Microsoft per produrre i suoi giochi”. Per Microsoft anche l’ulteriore vantaggio di avere a disposizione nuove tecnologie per il cloud gaming.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Sulla questione esclusività, sempre Weaver ha aggiunto alcuni pensieri: “non credo che il momento per rivelare l’operazione sia stato scelto a caso. Troppo vicino al reveal di PlayStation 5.In ogni caso, la giusta partnership può portare a vantaggiose economie di scala. Il test finale verrà fatto sul campo con le vendite”.

Insomma, Weaver è convinto che Microsoft non abbia speso solo per arricchire la sua vasta collezione di studi interni. Con buona probabilità, ad un certo punto, alcuni dei marchi Bethesda diventeranno Xbox.

Non ci resta altro che attendere per scoprire quali saranno.

Fonte: Inverse