Final Fantasy 16 e 17 dovranno essere molto più fantasy e meno tecnologici

Final Fantasy XV

Una delle cose che hanno maggiormente caratterizzato gli ultimi capitoli di Final Fantasy in particolare il XV è l’elevato tasso di tecnologia, ma questa tendenza potrebbe cambiare con i titoli successivi.

A Parigi alla Paris FanFest il Game Director di Final Fantasy XIV Naoki Yoshida, ha parlato dei prossimi due capitoli della saga.

In una conferenza con i fan ha risposto che secondo lui si dovrà abbassare il livello tecnologico dell’ambientazione, con una vocazione molto più fantasy e molto meno high-tech.

Pensavo che i FanFest fossero divertenti, ma voi mi fate una domanda così difficile (ride). Come prima cosa mi chiedese se arriverà presto un altro MMO, ma penso che le possibilità siano scarse. Personalmente mi aspetto di vedere un Final Fantasy che sia decisamente più fantasy, uno che non abbia tantissimi macchinari, e nessun mecha. In fondo stiamo avendo problemi con l’Impero Garlean che è troppo potente. Okay questa era una pessima battuta (ride)“, ha dichiarato Yoshida.

Lo sviluppatore ha poi aggiunto che Nobuo Uematsu potrebbe non lavorare alla colonna sonora dell’espansione Shadowbringers di FFXIV. Il compositore ha recentemente avuto problemi fisici e il team non vorrà metterlo sotto stress subito dopo il ricovero.

Fonte: Segmentnext

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here