Ghost of Tsushima Director’s Cut: versioni PS4 e PS5 messe a confronto

ghost-of-tsushima-iki-island_b8yc.1280

Ghost of Tsushima: Director’s Cut è stato analizzato da alcuni esperti del settore, in particolare Digital Foundry e ElAnalistaDeBits. Dalle analisi è emerso che il gioco, in verisone next-gen, non sembra aver convinto totalmente Digital Foundry. Dello stesso avviso non sembra essere ElAnalistaDeBits, che ha notato diversi miglioramenti nel gioco in versione PS5.

Precisiamo, secondo quanto riportato dai due giornalisti di Eurogamer, questa riedizione di Ghost of Tsushima è obiettivamente di alto livello, ma più sul resto che sul comparto grafico in se. Sucker Punch ha inoltre inserito due modalità grafiche, una in 1800p a 60fps e una in 4K nativo a 60fps, che permettono, in versione PS5, di ottenere un comparto visivo superiore alla controparte PS4.

Ed è proprio questa miglioria a non aver convinto Digital Foundry. Secondo il team, infatti, non c’è molta differenza tra le due versioni in-game. A cambiare sono infatti solamente i tempi di caricamento, già rapidissimi su PS4, le cutscene e la risoluzione che è ovviamente più alta.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Oltre alla risoluzione, alle cutscene e ai caricamenti, non c’è molta differenza tra la versione nativa PS5 del gioco e quella in retrocompatibilità: la distanza visiva, la qualità degli effetti e delle geometrie sono le medesime viste su PS4 Pro”, scrive John Linneman. Secondo l’analisi di ElAnalistaDeBits, però, delle migliorie effettivamente ci sono.

In particolare, Sucker Punch ha migliorato proprio la resa dell’erba, ora più realistica. Anche le ombre sono state migliorate, così come effetti post processing e alcune texture. Il gioco dispone inoltre di due modalità, e lo youtuber consiglia proprio di optare per la modalità 4K/60fps.

Inoltre, Ghost of Tsushima: Director’s Cut ha altre carte di cui vantarsi. Prima fra tutte, come riportato anche nella nostra recensione, troviamo l’implementazione del DualSense. Il controller PlayStation è infatti sfruttato molto bene dal gioco. Insomma, si tratta di un upgrade che può sicuramente risultare gustoso. E voi, che ne pensate? Ditecelo nei commenti come sempre.

Fonte: Digital FoundryElAnalistaDeBits