Housemarque: lo sviluppatore di Returnal, lavora su una nuova IP esclusiva PlayStation 5. Sarà un titolo multiplayer?

Returnal_PS5_Housemarque_Roguelite_4

Returnal è stato senza dubbio uno dei giochi più particolari e, proprio per questo, apprezzati del 2021, tanto da far storcere non poco il naso per la sua mancata candidatura ai Game of the Year 2021. Il lavoro fatto dal team ha però saputo catturare Sony, tanto da convincere quest’ultima a integrarli nei PlayStation Studios. Vi farà dunque piacere sapere che lavora su una nuova IP in esclusiva su PlayStation 5.

Ad affermarlo è Ilari Kuittinen, una delle menti dietro il progetto di Returnal. Ai microfoni di VentureBeat, infatti, Kuittinen ha confermato di stare per iniziare lo sviluppo di un nuovo gioco basato su una nuova IP. Non è al momento chiara la natura di essa, ovviamente, e potrebbe essere sia un gioco single player che, perché no, un Game as a Service.

L’affermazione è stata fatta in risposta a una domanda dove il giornalista ipotizzava uno scenario in cui potesse sfruttare il know-how della neo-acquisita Bungie per sviluppare un gioco multiplayer. Al che, Kuittinen ha replicato dicendo che i primi tentativi di titoli multigiocatore non sono andati così bene.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Abbiamo avuto periodi in cui lavoravamo su giochi multiplayer, poiché qualche tempo fa era come se fosse necessario offrire per forza una sorta di esperienza multigiocatore. Ci abbiamo provato, e non facemmo un lavoro così esemplare. Ma sapete, ora stiamo ai primi giorni di creazione di un nuovo videogioco, una nuova IP, e ne stiamo stilando il concept. Vedremo cosa ne uscirà fuori”, afferma Kuittinen.

Harry Krueger, un’altra delle menti dietro Returnal, ha inoltre confermato che seppur sotto l’ala di Sony, preserverà la propria identità. E voi che ne pensate cari Gametimers? Siete curiosi di vedere cosa realizzerà il team di Returnal? Ditecelo nei commenti come sempre!

Nel frattempo, ricordiamo che per diversi persone di spicco, tra cui Shuhei Yoshida e i redattori del The Guardian, Returnal è stato il miglior gioco dell’anno. Ai The Game Awards 2021, invece, il titolo Housemarque si è dovuto accontentare del titolo di Miglior Action.

Fonte: VentureBeat