Nintendo menziona finalmente la next-gen, e punta a una transizione alla prossima console “il più fluida possibile”

Nintendo Shuntaro Furukawa

Nintendo, dopo mesi se non anni di silenzio, ha finalmente menzionato la next-gen. Durante il nuovo resoconto finanziario, sono trapelate numerose informazioni da parte del colosso giapponese, e tra esse figura anche una dichiarazione di Shuntaro Furukawa che menziona, per la prima volta, l’interesse della compagnia di tracciare la strada verso le future generazioni di console.

Secondo quanto trapelato dal resoconto finanziario in questione, una delle dichiarazioni di Furukawa riguardava la transazione tra le future console di Nintendo. Si parla infatti della volontà, da parte dell’azienda, di rendere il passaggio da una console old-gen, come potrebbe esserlo Switch, a una console next-gen il più “fluida possibile”.

“Riconosciamo che uno dei nostri obiettivi principali è quello di assicurare una transizione alle future generazioni di hardware che risulti essere il più fluida possibile”; spiega Furukawa, menzionando che continueranno comunque a sviluppare giochi per Nintendo Switch, aprendosi anche ad altri medium.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Dopotutto, ricordiamo che Nintendo è al su un film di Super Mario. Nintendo starebbe anche valutando di accedere a tali medium grazie al proprio Nintendo Account. L’intento della compagnia consiste nel creare una sorta di relazione a lungo termine con i propri clienti. Questa relazione andrebbe poi mantenuta lungo le varie generazioni, spingendo magari anche sugli altri media menzionati.

Una dichiarazione che, casualmente, è cascata proprio a fagiolo con le recenti scoperte di alcuni Dataminer. Nella giornata di ieri sono infatti trapelate nuove informazioni riguardanti una presunta API denominata NVN2. Si parla di una API sviluppata da su architettura Ampere e con supporto al DLSS 2.2.

Purtroppo, non è detto che questa console possa essere svelata nel breve termine. Nonostante Digital Foundry sia piuttosto certa che il trailer del sequel di Zelda Breath of the Wild abbia smascherato l’esistenza di una Switch potenziata, Nintendo è un po’ impensierita dalla carenza di chip; carenza che potrebbe impedirle addirittura di soddisfare le previsioni di vendita di Switch entro il 2023.

Fonte: Resconto finanziario Nintendo