Nvidia chiede ai retailer di non vendere schede video ai cryptominer

Nvidia GTX 1080 Ti

Il boom delle crypromonete e la recente possibilità di generarle sfruttando anche l’elevata potenza di calcolo delle GPU, ha fatto si che sul mercato le schede video siano diventate sempre più introvabili.

Nvidia sta facendo forti pressioni sui rivenditori per evitare che i gamer restino a bocca asciutta.

Il produttore di schede video infatti vuol privilegiare chi acquista i propri prodotti per il gaming, in particolare quello in 4K che è il suo fiore all’occhiello.

Il produttore ha dichiarato: “Per Nvidia, i giocatori vengono al primo posto. Tutte le attività relative alla linea di prodotti GeForce sono indirizzati alla nostra audience principale. Per far si che i giocatori continuino ad avere disponibilità di schede video GeForce, raccomandiamo ai nostri partner di prendere provvedimenti per soddisfare le esigenze dei gamer“.

La legittima richiesta fatta da Nvidia è strettamente legata ai lunghi tempi di produzione delle schede video.

I vari partner come ASUS, MSI, Sapphire e Gigabyte devono presentare le proprie richieste a Nvidia che a sua volta deve ordinare i wafer di silicio per realizzare le GPU. Quando queste saranno pronte potranno poi essere spedite ai partner per la realizzazione finale della scheda video.

Fonte: Overclock 3D

Commenti

commenti