PlayStation Plus: disponibili da oggi i giochi gratuiti di dicembre 2020

Just Cause 4

Sono disponibili da oggi i giochi gratuiti offerti da Sony a tutti gli abbonati di PlayStation Plus, per il mese di dicembre 2020. Ricordiamo che questo mese sarà particolarmente buono; dato che verranno regalati titoli come Rumble, 4 e . Il primo è un titolo perfetto per serate in compagnia con gli amici, e sarà disponibile sia in versione PlayStation 4 che PlayStation 5.

Banner Telegram Gametimers 2

Per tutti gli amanti di videogiochi single player, invece, verrà regalato 4; quarto capitolo della saga che vede protagonista lo spericolato Rico Rodriguez e il suo fidatissimo rampino.

A causa dei pareri tiepidi da parte della stampa e del pubblico, il gioco è stato poco recepito rispetto a 2 e Just Cause 3. Questo soprattutto per la sensazione di downgrade che si è percepita, soprattutto sul piano tecnico e sulla cura nei dettagli.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Nonostante questo, comunque, il quarto capitolo saprà comunque offrire ore di svariato divertimento, il tutto accompagnato da nuove meccaniche. In questo gioco sono infatti state introdotte le tempeste. Queste saranno capaci di generare dei veri e propri tornadi capaci di spazzare via tutto ciò che incontrano sul loro cammino.

Infine, verrà regalato Rocket Arena, sparatutto multiplayer che offre partite a squadre da tre giocatori. Sia che 4 saranno titoli PlayStation 4. Niente male, no? Per riscattare i titoli bisognerà essere iscritti al PlayStation Plus, dopodiché basterà andare nello store per poterli fare vostri per sempre.

Ricordiamo inoltre che questi titoli, sebbene rimarranno per sempre nella vostra libreria, richiederanno un abbonamento attivo per poter essere giocati. Ricordiamo inoltre che gli abbonati al PlayStation Plus possessori di una PS5 potranno giocare ai titoli della PlayStation Plus Collection. Questi titoli potranno inoltre essere giocati anche su PlayStation 4, e questo ha purtroppo stuzzicato alcuni furbetti; furbetti che però sono stati prontemente bannati da Sony.