Quindicenne lombardo affetto da una grave ludopatia, il tribunale toglie l’affido ai genitori

Videogiochi

Il Tribunale di Cremona ha deciso di togliere l’affido ai genitori di un ragazzino quindicenne affetto da una grave forma di ludopatia o dipendenza da videogiochi.

Il ragazzo, di cui non è stato fatto il nome per motivi di privacy, e la sua famiglia sono da tempo seguiti dai servizi sociali. Al momento è stato affidato a una comunità per tutelarlo.

Si tratta però di un caso limite, dovuto a grossi disagi familiari. Famiglia separata, madre con problemi di droga e sorella scappata di casa che a sua volta è già stata in comunità.

In questa situazione è emersa la situazione del ragazzo con problemi di apprendimento e dipendente dalla propria console, che ha spinto il tribunale a prendere questa decisione.

Fonte: ANSA

 

Commenti

commenti