SOCOM: secondo Colin Moriarty tornerà su PlayStation 5

Colin Moriarty Socom

First things first. Siamo di fronte ad una dichiarazione resa da Colin Moriarty, ex giornalista di IGN, su Discord e riportata successivamente su Reddit. Potrebbe non esserci nulla di vero oppure siamo di fronte ad una importante anticipazione. Protagonista della vicenda è la serie SOCOM, nata su PlayStation 2 nel 2002 e giunta fino al 2011 attraverso ben dieci diversi titoli. Nonostante sia trascorso oltre un decennio dall’ultima volta che un titolo con questo nome giungesse sugli scaffali, Moriarty è convinto che ci sarà un importante ritorno della serie su PlayStation 5 insieme a Resistance e MotorStorm.

Che cosa sappiamo al riguardo? Rumor su un possibile ritorno di fanno capolino nella discussione social da circa quattro anni, fino ad ora senza trovare appigli abbastanza solidi nella realtà. Già nel 2018, quando si diffuse la notizia che la compagnia olandese fosse al lavoro su un titolo – che poi si rivelò essere Horizon Forbidden West – qualcuno pensò invece al ritorno dello sparatutto in terza persona.

Fast forward al 2020, parla David Jaffe. Il creatore di God of War aveva affermato che Sony San Diego fosse al lavoro su una IP storica del marchio PlayStation. I nomi possibili erano tantissimi; Siphon Filter e erano nella lista dei papabili. L’anno successivo, alla stessa azienda, venne associata l’idea di un ipotetico Uncharted 5.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Nel corso del 2021, invece, l’idea che avesse le mani in pasta in qualcosa che non fosse Horizon Forbidden West è stata suggerita da alcuni annunci di lavoro pubblicati dalla stessa azienda. Tali annunci, però, almeno ad un primo sguardo, non sembrano corrispondere a ciò che ci si aspetterebbe da un titolo come SOCOM. Ammettiamo che non è detto che non si riveda radicalmente l’IP. A conferma di ciò il fatto che la stessa compagnia abbia ammesso di essere effettivamente al lavoro su qualcosa sin dal 2018 ma senza fornire ulteriori dettagli. Proprio in quell’anno, facciamo notare, Guerrilla decise di mettersi in casa due figure chiave dietro lo sviluppo di Rainbow Six Siege.

Resta da capire, comunque, se le dichiarazioni di Moriarty siano da intendere come sua convinzione personale. Oppure si tratta del frutto di indiscrezioni giunte alle sue giornalistiche orecchie? Solo il tempo potrà dargli torto o ragione.

Concludiamo lasciando a voi che ci leggete l’ultima parola. Credete sia possibile che Guerrilla abbia adottato l’idea di un nuovo SOCOM? Oppure possiamo rassegnarci all’idea che sia finita?

Fonte: Reddit