STALKER 2: il trailer rappresenta l’obiettivo che il team vuole raggiungere. Tornerà anche il modding

STALKER 2
Banner Telegram Gametimers 2

STALKER 2 è stato indubbiamente tra i principali protagonisti della conferenza Microsoft. E siamo certi che il cuore dei PC gamer amanti del post-apocalittico non può che essersi riscaldato alla vista del primo trailer ufficiale del gioco.

STALKER 2, infatti, era ormai dato per morto. Il titolo era infatti programmato per uscire nel 2012, ed erano circolati anche i primi scatti del gioco. Purtroppo, una serie di problematiche hanno fatto congelare temporaneamente il progetto.

I fan si erano ormai rassegnati a non vedere più un nuovo capitolo della serie, rifugiandosi in titoli che ne richiamassero l’atmosfera come Survarium o Escape From Tarkov. O meglio, questo fino a 2 anni fa, quando GSC Game World comunicò di aver ripreso tra le mani il brand, affermando che i lavori sul gioco erano ricominciati.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Vederlo dunque finalmente in un trailer, durante l’Xbox Showcase, è stato davvero un sollievo. Subito dopo la conferenza, la stessa GSC World ha divulgato diverse informazioni succose sul progetto, alcune delle quali faranno felici i fan della saga.

Innanzitutto, GSC chiarisce che STALKER 2 manterrà la filosofia vista nei precedenti giochi. Il titolo sarà una fusione unica tra e immersive sim, con una forte predominanza sull’horror e un’incredibile atmosfera. La mappa di gioco, stando alla software house, sarà enorme.

STALKER 2 sarà un gioco fortemente incentrato sul single player. Ci saranno finali multipli e diverse scelte da poter fare all’interno del gioco, scelte che andranno ovviamente a plasmare la trama. GSC chiarisce che non è necessario giocare la precedente trilogia, ma al tempo stesso raccomanda di farlo per godersi al meglio le atmosfere del titolo.

Il gioco prenderà luogo, ovviamente, nella Zona di Alienazione‘ di Chernobyl. Per ricrearla il più fedelmente possibile, la software house userà l’Unreal Engine (presumibilmente, nella sua quinta iterazione) e farà largo uso della fotogrammetria.

La Zona comprenderà luoghi visti nella precedente trilogia e aree totalmente nuove. La stessa Zona ospiterà inoltre nuovi pericoli, tra cui inedite tipologie di mutanti e una nuova, pericolosissima, anomalia.

Per i volti e i personaggi è invece confermato l’uso del Motion Capture. Detto questo, però, GSC Game World ha confermato che il trailer visto all’Xbox Game Showcase non era in game ma in engine.

Il trailer è infatti un target render, ossia mostra il livello grafico che la software house cercherà di raggiungere e, eventualmente, superare. Nonostante questo, GSC ha confermato di aver creato dei veri e propri modelli per esso, modelli che probabilmente rivedremo nel gioco definitivo.

Infine, la software house ha confermato che il gioco vedrà il ritorno del modding. GSC Game World nel comunicato afferma che cercheranno di rendere il modding il più semplice possibile sin dal day one, fornendo dunque largo supporto a tutti gli appassionati.

Ciò non può che rallegrare sia i PC gamer in generale, sia gli stessi fan. La serie di STALKER è infatti famosissima anche per la solida community che ha saputo raccogliere a se, la quale ha sfornato delle vere e proprie Total Conversion che hanno trasformato radicalmente i giochi originali.

STALKER 2 uscirà su PC e Xbox Series X e sarà esclusiva temporale al lancio del gioco. Il titolo uscirà inoltre al anche sull’Xbox Game Pass. Non vediamo dunque l’ora di vedere nuove informazioni e, finalmente, anche un primo gameplay ufficiale. E ricordate: Fallout è per i ragazzini, STALKER è per i grandi.

Fonte: GSC Game World