Steam Deck: a differenza di Nintendo Switch, il Dock non migliorerà le performance

Steam Deck Valve

Steam Deck, analogalmente a Nintendo Switch, potrà essere collegata a una Dock Station. Contrariamente a quanto accade sulla console Nintendo, però, Steam Deck non riceverà un boost prestazionale dovuto al collegamento sul dock. Ciò significa che la console, una volta connessa alla TV o al monitor, offrirà le stesse medesime prestazioni di quando giocate in portatile.

La conferma arriva dal designer della console, Greg Coomer, che in un’intervista presso PC Gamer ha spiegato come Steam Deck differisca da Nintendo Switch in questo aspetto. Il team aveva anche considerato una soluzione simile ma, per via del che si erano imposti sulla console, hanno accantonato l’idea.

Sì, abbiamo pensato a un’opzione simile“, afferma Coomer. “Ma abbiamo deciso di non metterla in cime alle nostre priorità… abbiamo pensato che fosse meglio non modificare le prestazioni in base al collegamento in Dock o alla modalità portatile“. Per Valve, infatti, il principale era creare una console il prestante possibile proprio in portabilità.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Abbiamo deciso di concentrarci e dare priorità al modo in cui pensiamo verrà usata maggiormente la console, vale a dire in mobilità. Per tale motivo, abbiamo scelto un limite entro il quale la macchina potesse far girare senza problemi i titoli AAA con un buon framerate. Non abbiamo sentito il bisogno di dedicare tempo a uno scenario con risoluzione maggiore con la console collegata al dock. Cercavamo un design semplice e abbiamo dato priorità su quello”, conclude Coomer.

Ciò purtroppo la esulerà dal su schermo, dal momento che 1,6TFLOPs basteranno per la risoluzione di 1280×800, vantando prestazioni per pixel pari a Xbox Series X. Tale quantitativo di potenza, però, diventerà problematico una volta che giocheremo in Full HD o schermi con risoluzioni superiori. Sarà una scelta vincente? Non ci resta che aspettare e scoprirlo.

Steam Deck sarà disponibile da dicembre 2021 e sarà la prima vera console portatile presente sul mercato. Come potete leggere dalle caratteristiche tecniche della console next-gen di Valve, essa supporterà anche il Ray Tracing grazie alla tecnologia RDNA 2 ed a ben 1,6TFLOPs di potenza. La console vanterà inoltre consumi irrisori grazie alla CPU a 7nm Zen 2, la stessa architettura montata su PlayStation 5 e Xbox Series X/S.

Fonte: PC Gamer