Svelate le nuove AMD Radeon RX 6900 XT, RX 6800 XT e RX 6800!

AMD Radeon RX 6800 XT 5
Banner Telegram Gametimers 2

AMD ha da poco concluso la conferenza di presentazione delle nuove schede video Radeon RX 6000, tra cui spicca la nuova top di gamma RX 6800 XT.

Il compito della società è piuttosto arduo, ovvero lanciare sul mercato delle schede video in grado di competere per prestazioni e prezzi con la storica rivale NVIDIA. Come sappiamo con la famiglia RTX Serie 20, Nvidia ha pressoché monopolizzato il mercato soprattutto nella fascia medio-alta. Inoltre ha avuto l’importante compito di introdurre e far diffondere nei giochi il ray tracing in tempo reale che va ad incrementare realismo e qualità grafica dell’immagine.

A rendere ancora più arduo il compito di AMD, c’è stata la presentazione delle schede video RTX 3070, RTX 3080 e RTX 3090 nelle scorse settimane. Schede video che sono in grado di garantire il gaming in 4K con ray tracing attivo a 60fps e arrivare addirittura a 8K con la top di gamma!

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Ma la presentazione delle CPU Ryzen Serie 5000 è stata decisamente positiva, e questo fa ben sperare. Inoltre secondo alcuni rumor le nuove Radeon dovrebbero essere in grado di rivaleggiare ad armi pari con NVIDIA.

Architettura RDNA 2

Come sappiamo ormai da tempo, le nuove schede video Radeon RX 6000 sono basate su architettura RDNA 2 con un processo produttivo a 7nm.

Questa nuova architettura introduce per la prima volta in casa AMD un dedicato al calcolo del ray tracing in tempo reale. Inoltre questa architettura, con le opportune personalizzazioni, è utilizzata anche dalle console di nuova generazione: PlayStation 5, Xbox Series X e Series X.

La nuova architettura è molto più efficiente della precedente generazione, con un 50% di prestazioni in più per Watt consumato.

Una delle innovazioni tecnologiche dell’architettura RDNA 2 è l’Infinity Cache. Si tratta di una soluzione simile

Radeon RX 6800 XT

Eccola finalmente svelata la Radeon RX 6800 XT che proverà a sfidare le schede video NVIDIA sul fronte delle prestazioni!

Questa scheda video avrà una GPU basata su architettura RDNA 2 composta da 72 Compute Unit che lavoreranno a una frequenza di 2.015Mhz in gioco, che potrà salire fino a 2.250Mhz in modalità Boost Clock.

Ad accompagnarla ci saranno 128MB di memoria Infinity Cache, introdotta proprio in questa architettura, e 16GB di memora VRAM GDDR6.

Grazie all’ottimizzazione dei consumi la Radeon RX 6800 XT consumerà solamente 300W.

Ma in cosa si traducono tutti questi dati? Semplice, questa scheda video vi permetterà di giocare praticamente qualsiasi titolo in 4K ad almeno 60fps con dettagli al massimo. Ecco di seguito i benchmark pubblicati da AMD:

  • Battlefield 5 – 113fps
  • Borderlands 3 – 63fps
  • Call of Duty Modern Warfare – 91fps
  • The Division 2 – 74fps
  • DOOM Eternal – 138fps
  • Forza Horizon 4 – 138fps
  • Gears 5 – 78fps
  • Resident Evil 3 – 117fps
  • Shadow of the Tomb Raider – 88fps
  • Wolfenstein Young Blood – 142fps

Ciò che però impressiona maggiormente è il confronto diretto con la RTX 3080. La nuova Radeon è infatti in grado di rivaleggiare a testa alta con la diretta concorrente di NVIDIA. Sia in 4K nativo che in 1440p, ma con consumi lievemente inferiori.

Tra le altre novità introdotte da AMD in questa generazione di schede video c’è la ‘Rage Mode‘, ovvero un overclock automatico che si può attivare con la semplice pressione di un tasto.

Questa nuova generazione di schede video inoltre trarrà un forte vantaggio prestazionale se accoppiata a una CPU AMD Ryzen Serie 5000. Questo perchè grazie alla tecnologia AMD Smart Access Memory la scheda video avrà accesso immediato alla RAM di sistema con un ulteriore incremento di prestazioni.

AMD ha stimato che con questa combinazione i giocatori potranno arrivare a ottenere un ulteriore boost prestazionale in Rage Mode che arriva fino al 13%.

La nuova famiglia di schede video potrà inoltre godere anche della tecnologia Radeon Boost che andrà a ridurre l’input lag in gioco fino al 37%. Caratteristica fondamentale nei giochi più frenetici come gli sparatutto dove ogni millisecondo farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

La collaborazione tra AMD e Microsoft sulle DirectX 12 Ultimate ha portato a un ulteriore miglioramento del pacchetto FidelityFX, che consentono di incrementare notevolmente la qualità visiva dei giochi.

La Radeon RX 6800 XT sarà disponibile dal 18 novembre al prezzo di 649$.

Radeon RX 6800

Non poteva mancare nella lineup di AMD la sorella minore, la Radeon RX 6800 che andrà a competere direttamente con la RTX 2080 Ti.

Questa scheda video avrà 60 Compute Unit che lavoreranno a 1.815MHz di clock che potrà arrivare fino a 2.105MHz in modalità Boost. Manterrà lo stesso quantitativo di memoria Infinity Cache e VRAM della sorella maggiore, ma con un consumo di soli 250W.

Come dimostrano i benchmark le prestazioni sono del tutto in linea con quelle della RTX 2080 Ti, e in alcuni casi persino superiori. Ma il vero punto di forza sarà il prezzo. La Radeon RX 6800 sarà disponibile dal 18 novembre a 579$.

Radeon RX 6900 XT

La Radeon RX 6900 XT è la nuova top di gamma di AMD, che proverà a sfidare nientemeno che la RTX 3090.

Questa scheda video avrà 80 Compute Unit che lavoreranno a 2.015MHz di frequenza base e potranno arrivare fino a 2.250MHz in Boost Clock.

Le dimensioni risultano molto compatte, infatti saranno le stesse dei due modelli precedenti, e come in quei casi saranno presenti 128MB di Infinity Cache e 16GB di memoria VRAM GDDR6. I consumi totali si attesteranno a 300W, con un incredibile incremento delle performance per watt che arriva al +65% rispetto all’architettura RDNA.

In quanto a performance ha tutte le carte in tavola per competere con la diretta rivale. In combinazione con una CPU AMD Ryzen Serie 5000 potrà battagliare testa a testa con la RTX 3090 nei giochi in 4K con framerate superiori ai 60fps.

La Radeon RX 6900 XT sarà disponibile dall’8 dicembre a 999$.

Conferenza Stampa

Se ve la siete persi, potete recuperare l’intera conferenza stampa qui di seguito.