The Last Of Us Part 2: arriva la modalità Realismo e il PERMADEATH!

The Last Of Us Part 2
Banner Telegram Gametimers 2

The Last Of Us Part 2 si espande notevolmente con un nuovo, corposissimo, update che porta il gioco alla versione 1.03 e aggiunge tantissime novità, tra cui anche la tanto attesa modalità Realismo… e non solo!

Per chi non conoscesse la modalità Realismo, questa è la massima sfida che un giocatore di The Last Of Us può affrontare. E chi si è cimentato nell’impresa col primo capitolo, sa benissimo il perché. Le munizioni e le risorse sono ridotte al minimo, i nemici sono letali, l’HUD è minimale e privo della barra della salute, ci sono meno checkpoint e non si può usare la modalità ascolto.

Ciò significa che The Last Of Us Part 2, che già di suo non è una passeggiata, si prepara a diventare un vero inferno anche per i giocatori più bravi. Ma questo è nulla! Con questo aggiornamento, infatti, arriverà anche il Permadeath!

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Questa opzione sarà attivabile con qualunque difficoltà, anche a Realismo, aumentando notevolmente il tasso di sfida. Dunque, se morissimo anche a 5 minuti dalla fine, dovremo poi ricominciare la storia dall’inizio.

Ma non preoccupatevi, con questo update Naughty Dog non vorrà solo farvi soffrire ma, anzi, inserirà diverse nuove aggiunte che faranno contenti molti giocatori. In primo luogo, ora ci sarà la possibilità di regolare l’effetto pellicola, non apprezzato da tutti i giocatori.

Sarà anche possibile disattivare finalmente la modalità ascolto, attivare la traiettoria della freccia (in maniera analoga al primo) o addirittura usare i sensori del per poter mirare! Oltre a questo, sono state aggiunte nuove opzioni di accessibilità, incluse quelle di una certa zona, di cui però non vogliamo spoilerare nulla. Arrivateci e godetevi la sorpresa.

Infine, arrivano nuovi aggiornamenti che introducono nuovi stili grafici, come la modalità “Specchio della Morte” e “Mondo Speculare”, nonché nuovi stili sonori come il 4-bit Audio e l’8-bit Audio. Come se non bastasse, arriveranno dei veri e propri cheat che potremo usare per sfogarci e massacrare infetti e nemici senza pietà.

Una feature molto carina da sfruttare dopo aver finito la nostra run a Realismo; dove invece saremo costretti ad evitare ogni pericolo e centellinando le nostre risorse. Tra i vari cheat disponibili ci sono le classiche Munizioni Infinite, il Crafting Infinito e la Modalità Ascolto con range illimitato.

Dunque, siete eccitati all’idea di poter affrontare le insidie del mondo di The Last Of Us Part 2 a Modalità Realismo, magari anche con il Permadeath? Oppure vorrete prima riversare tutta la vostra fantasia e crudeltà abilitando i cheat? Fatecelo sapere nei commenti!

Vi ricordiamo che The Last Of Us Part 2 è disponibile nei negozi di tutto il mondo ed esclusivamente per PlayStation 4. Il gioco, nonostante i voti entusiastici delle recensioni, compresa quella di Gametime, ha al tempo stesso diviso i giocatori per le tematiche trattate.

Ecco l’elenco delle aggiunte:

Livelli di Difficoltà

  • Modalità Realismo
  • Modalità Morte Permanente

Trofei (non necessari per il platino):

  • Completa il gioco con la Morte Permanente attivata
  • Completa il gioco a modalità Realismo

Nuovi modificatori Grafici, Audio e di Gameplay

  • Mondo Speculare
  • Morte Speculare
  • Slow Motion
  • Modalità Bullet Speed
  • Munizioni Infinite
  • Crafting Infinito
  • Resistenza delle melee infinita
  • Durata della Modalità Ascolto infinita
  • Raggio d’azione della Modalità Ascolto infinito
  • Shot (un colpo, un morto)
  • Tocco della Morte
  • Audio 8-bit
  • Audio 4-bit
  • Helium Audio
  • Xenon Audio

Nuove opzioni e miglioramenti

  • Opzione per regolare la grana della pellicola
  • Modalità Ascolto disattivabile
  • Opzione di mira con sensori di movimento del
  • Opzione Traiettoria della Freccia nell’HUD
  • Accelerazione del reticolo di mira
  • Possibilità di regolare la velocità di puntamento in base alla pressione dello stick
  • Miglioramenti del’accessibilità per l’incontro nel Ground Zero e per la fune
  • Nuove aggiunte per migliorare l’accessibilità