The Last of Us Part 2: Molti scontri si potranno evitare

The Last of Us Part II Anteprima Screenshot 4
Banner Telegram Gametimers 2

Continuano ad arrivare frammenti di informazioni su The Last of Us Part 2. Nell’attesa del piatto principale che arriverà sulle nostre console il 19 giugno, e dell’antipasto della nostra recensione in arrivo la mattina del 12 giugno, possiamo fare un piccolo aperitivo.

Ecco allora che, dopo le ultime informazioni relative alle varie opzioni disponibili per settare la difficoltà, è ora di passare agli scontri. Già durante uno degli ultimi video ‘Inside The Last of Us Part 2’, il Game Director Neil Druckmann aveva illustrato alcune delle caratteristiche del gioco. Una mappa molto ampia e una certa varietà di nemici da temere e affrontare. O forse no?

In alcune dichiarazioni rilasciate al sito Daily Star, la scrittrice di Naughty Dog, Halley Gross, ha spiegato alcune delle scelte che state fatte dal team di sviluppo durante la realizzazione. Gross ha ribadito un concetto che durante l’ultimo State of Play dedicato a The Last of Us Part 2 era già stato in parte accennato da Druckmann. Saranno diversi gli stili di gameplay a nostra disposizione e, spesso, ci troveremo nella situazione di dover preferire un approccio stealth rispetto allo scontro in campo aperto.

“In un mondo come quello che abbiamo creato, solo un tipo alla Nathan Drake potrebbe sopravvivere, giusto? Eppure le ‘dimensioni’ e lo stile di Ellie le consentono di avere una certa varietà di gameplay che potreste non ritrovare in altri titoli. Lei è minuta, quindi può evitare lo scontro, cercare di essere silenziosa e passare inosservata. Bisognerà scegliere la giusta strategia volta per volta ma molti scontri si potranno evitare ha spiegato Gross.

Riguardo al personaggio di Ellie e al rapporto che stabiliremo con lei, Gross ha aggiunto: “La nostra speranza è che chiunque giochi con Ellie riesca ad empatizzare con lei. Anche se non dovesse essere d’accordo con le sue scelte. Abbiamo cercato di creare il personaggio più profondo che abbiate mai visto in un gioco e speriamo che ognuno possa trovare una sfaccettatura con la quale identificarsi.”

Le dichiarazioni di Gross completano il quadro dipinto con l’ultimo video di presentazione e dedicato al mondo di gioco. Non c’è che dire, ogni giorno che ci avvicina all’uscita di The Last of Us part 2 si arricchisce di dettagli. L’attesa sta per finire. L’hype invece, quello aumenta e basta.

Fonte: Daily Star

Rispondi