Cyberpunk 2077: una mail-truffa vi invita alla beta del gioco, CD Projekt avverte tutti i fan

CD Projekt Red
Banner Telegram Gametimers 2

Avete ricevuto una mail che vi invita a entrare nel gruppo di Beta Tester per Cyberpunk 2077? Ci dispiace deludervi, stanno tentando di truffarvi. A mettere in guardia sul contenuto illecito delle mail inviate a diversi videogiocatori è la stessa CD Projekt Red che avvisa: “Non fidatevi, si tratta di uno scam”.

Lo ‘Scam’ è la pratica tramite la quale i male intenzionati del web tentano di accedere alle vostre informazioni personali facendo in modo che siate voi stessi a fornirle. Abbiamo avuto, nel corso del tempo, diverse testimonianze di tentativi simili. Finte mail Amazon, o Poste Italiane o PayPal che avvisavano di problemi con il vostro account e vi invitavano a inserire indirizzo mail e password per risolverli. Tutte balle. Solo un becero tentativo di accedere a queste informazioni importanti per farci chissà cosa.

Ecco cosa sta succedendo adesso a molti videogiocatori. Solo che, stavolta, i truffatori stanno tentando di ottenere il numero della carta di credito tramite l’oggetto dei desideri Cyberpunk 2077, appunto.

Per evitare il peggio, CD Projekt Red è dovuta correre ai ripari e affidare al proprio profilo ufficiale twitter il compito di avvisare del pericolo. La situazione ha costretto la software house polacca a ribadire che ogni comunicazione riguardante Cyberpunk 2077 sarebbe arrivata solo tramite i canali ufficiali di CD Projekt Red o dai profili social dedicati al gioco.

Ci uniamo dunque all’appello già lanciato da CD Projekt: fate attenzione a mail sospette provenienti da terze parti. Come già detto nel tweet della software house, ogni comunicazione può arrivare solo dai loro canali ufficiali. Inoltre, come sappiamo, Cyberpunk 2077 non avrà demo prima del lancio, previsto il 19 novembre. Una campagna per reclutare Beta Tester adesso, sarebbe comunque poco credibile.

Voi avete ricevuto questo tipo di mail? Come vi siete comportati davanti a questo tipo di contenuti?

Fonte: Twitter

Rispondi