Dying Light 2: ridimensionato il City Alignment poiché “troppo complesso”

Dying Light 2 City Alignment

Una delle feature più interessanti viste nell’ormai lontano primo gameplay di Dying Light 2 era senz’altro il City Alignment, una meccanica che di fatto plasmava la città in base alle scelte del giocatore. Purtroppo, questa meccanica è risultata decisamente complessa da gestire e dunque Techland ha ammesso di averla fortemente ridimensionata.

Banner Telegram Gametimers 2

Andando nel dettaglio, il City Alignment era una meccanica decisamente particolare e, forse, unica nel suo genere. Essa prevedeva infatti che il giocatore, tramite le proprie scelte, plasmasse in maniera anche drastica intere porzioni di mappa, creando una città di fatto unica.

Nel primo gameplay potevamo vedere infatti il protagonista azionare una diga; così facendo, il giocatore liberava un’area totalmente nuova prima totalmente sommersa dall’acqua, sbloccando nuove quest e item da raccogliere. Purtroppo, il team si è poi reso conto di come questa meccanica stesse diventando davvero molto complessa e di fatto, rendeva Dying Light quasi un gioco di strategia. A tal proposito, questa meccanica è stata fortemente ridimensionata, seppur non si sappia quanto.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

“Per produzioni così complesse si tratta sempre di scegliere le decisioni giuste all’interno di un equilibrio di sviluppo delicatissimo. Lentamente ma in maniera costante, abbiamo portato avanti la nostra visione e ora il gioco è migliore”, dichiara Tymon Smektala, lead game designer del gioco.

Lo sviluppatore ha poi continuato dicendo: “C’è voluto un po’ di tempo per finalizzare il design del City Alignment, una meccanica di gioco che consente di trasformare gli elementi che appaiono nel gioco. Nelle prime fasi di sviluppo, questa meccanica era molto complessa, ma ci siamo resi poi conto che non stavamo sviluppando uno strategico e che questo avrebbe potuto rallentare troppo i progressi del giocatore. Alla fine il difficile è stato scoprire quanto di questa meccanica dover mantenere”.

E voi che ne pensate? Ditecelo nei commenti, come sempre. In fondo all’articolo, troverete il video dove potrete ammirare il City Alignment com’era pensato in origine.

Dying Light 2 è atteso per PC, PlayStation 4, PlayStation 5, , e Xbox Series X. Il gioco sfrutterà a dovere l’hardware di nuova generazione, garantendo il 4K, i 60fps e il Ray Tracing in tempo reale sia su PS5 che su Xbox Series X. Nonostante questo, però, il team di sviluppo ha comunque dato la priorità a PlayStation 4 e Xbox One.

Fonte: Gamesradar