Hades è il GOTY per i SXSW Award! Battuti The Last of Us Part 2 e Ghost of Tsushima

Hades

Dopo aver conquistato IGN, Hades ha convinto anche la giuria dei SXSW Gaming Awards 2021. Il titolo Supergiant Games si è infatti aggiudicato il premio di GOTY del 2020, battendo dei veri e propri pesi massimi del medium. In lista erano infatti presenti titoli come Ghost of Tsushima, Ori and the Will of the Wisp, DOOM Eternal e persino il premiatissimo The Last of Us Part 2.

Banner Telegram Gametimers 2

Hades non si è limitato però a vincere il premio di Gioco dell’Anno 2020. Il suo eccellente level design e le studiate meccaniche di gioco, oltre ad essere state determinanti per la vittoria del titolo di GOTY, gli hanno permesso di portarsi a casa anche il premio “Excellence in Game Design”.

I titoli Sony non sono però tornati a casa a bocca asciutta. Com’era prevedibile, The Last of Us Part 2 ha vinto il premio di miglior Narrativa, mentre Ghost of Tsushima ha conquistato il premio per miglior Art Design. Infine, Dreams ha vinto il premio “Matthe Crump Cultural Innovation Award“.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Come PlayStation Studios, anche Xbox Game Studios ha collezionato ben tre premi. Ori and the Will of the Wisp ha infatti conquistato il premio “Excellence in Score”, riguardante la colonna sonora del titolo, mentre il premio di “Excellence in Audio Design” è andato a DOOM Eternal, che ricordiamo essere disponibile su Xbox Game Pass.

Inutile specificare che Microsoft Flight Simulator, sviluppato da Asobo Studio, ha vinto il premio come miglior componente tecnica grazie alla sapiente combinazione della dei server Azure unita alla versatilità del ForzaTech; motore grafico usato da Turn10 in Forza Motorsport e da Playground Games in Forza Horizon ma pesantemente adattato per incontrare le necessità di Asobo.

Ottime notizie anche per il mondo PC, con Alyx che conquista il titolo di GOTY VR del 2020, e non poteva essere altrimenti. E voi che ne pensate di questi premi? Potete trovare la lista completa andando qui.

Fonte: IGN