Intel presenta il primo modem 5G di portata globale: ecco il futuro della connettività

Intel annuncia oggi il nuovo 5G, una vera e propria pietra miliare per il settore. Ora, le aziende di tutto il mondo potranno sviluppare e offrire le prime soluzioni 5G.

Ora possiamo aspettarci uno sviluppo più accelerato di dispositivi abilitati per questa tecnologia. La distribuzione dei primi modelli del cominceranno nella seconda metà di quest’anno.

“I sistemi di comunicazione attuali non sono stati progettati per gestire l’enorme larghezza di banda necessaria per supportare un’evoluzione – o la latenza ultra bassa necessaria per consentire a dispositivi, o anche ai veicoli, di reagire agli eventi in una frazione di secondo, ha infatti detto Aicha Evans, Corporate Vice President e General Manager.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Ecco perché il 5G di Intel è una grande novità: il chip in banda base del si abbina con un nuovo ricetrasmettitore 5G che consente funzionalità sia al di sotto dei 6 GHz che mmWave. Questa potente combinazione integra tecnologia chiave 3GPP 5G NR (new radio), che include strutture reticolari a bassa latenza, codifica avanzata dei canali e uso massiccio di tecnologia MIMO, per fornire connettività più veloce e ultra reattività.

“Il nostro obiettivo è supportare sia le prime sperimentazioni che porre le basi e consentire lo sviluppo accelerato di prodotti che supporteranno la specifica 3GPP NR, contribuendo a favorire l’adozione globale dello standard 3GPP 5G.”

“Una delle sfide che attualmente devono affrontare gli operatori è restare al passo con la domanda di velocità e capacità di rete da parte dei consumatori che stanno trasferendo gran parte delle loro vite su applicazioni a uso intensivo di contenuti multimediali”.

“Il 5G consentirà ai vari settori di migliorare le nostre vite quotidiane. Con il 5G, i veicoli autonomi saranno in grado di prendere decisioni in millisecondi per proteggere la sicurezza di passeggeri e veicoli. I droni saranno di aiuto in attività di intervento in caso di disastri, fornendo dati in tempo reale ai soccorritori. Le città intelligenti controlleranno la qualità dell’aria e dell’acqua attraverso milioni di sensori, offrendoci le informazioni necessarie per fornire una migliore qualità della vita per i residenti”.

“I veicoli stessi genereranno enormi quantità di dati, ma dovranno anche acquisire grandi quantità di dati per navigare e reagire ai cambiamenti improvvisi. Ecco dove entra in gioco il 5G: offrirà velocità superiori, latenza ultra bassa e tecnologie innovative come la connettività tra i vari veicoli (V2V, vehicle-to-vehicle) per dare il via a un futuro dove gli oggetti acquisiranno autonomia intelligente”.