Johnny Depp: non sarò più Jack Sparrow ‘nemmeno per 300 milioni di dollari o un milione di alpaca’

captaen-jack-sparrow-pirati-dei-caraibi-johnny-depp

Adesso è ufficiale. Johnny Depp non interpreterà più il ruolo di Jack Sparrow (Capitan Jack Sparrow, prego) nel franchise di Pirati dei Caraibi. La notizia è arrivata mentre è in corso il dibattimento giudiziario che vede l’attore contrapposto alla ex-moglie Amber Heard. L’attore ha reso nota la decisione della compagnia di escluderlo dal prossimo nel corso di una delle sue numerose deposizioni alla barra dei testimoni.

A quanto pare i fatti risalirebbero addirittura al 2018. Quattro anni fa, alcune dichiarazioni di Amber Heard vennero riprese dal Daily Mail in un articolo dove già si paventava l’ipotesi di una sua esclusione dal prossimo film. Pare che quella dell’articolo fosse più di un’ipotesi dato che, stando a quanto detto da Johnny Depp, è così che l’attore è venuto a conoscenza della sua esclusione poco prima della telefonata ufficiale da parte dei produttori.

Sempre nel corso dello stesso dibattimento, interrogato dall’avvocato, Johnny Depp ha affermato che non tornerebbe nel ruolo nemmeno di fronte alla più generosa di denaro. L’avvocato Ben Rottenborn, legale difensore di Amber Heard, ha chiesto ha Depp se tornerebbe nel ruolo nel caso in cui Disney offrisse “300 milioni di dollari o un milione di alpaca” (citando una precedente deposizione). Alla domanda, Depp ha risposto con un secco no.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Depp ha affermato che la sua carriera è stata rovinata nel momento stesso in cui Heard ha mosso le prime accuse, già nel 2016. All’epoca era in corso la causa di divorzio tra i due, terminata con un accordo extragiudiziale che ha impegnato Depp a versare 7 milioni nelle tasche dell’ex-moglie. Come detto, nel 2018 poi nuove dichiarazioni da parte di Heard che riaccendevano i riflettori sulla vicenda. In quel periodo, ricorda Depp nel corso delle sue deposizioni, era molto attivo il movimento #MeToo e i suoi legali gli consigliarono di non controbattere onde evitare un backlash mediatico. Nonostante le accuse mosse da Heard siano ancora tutte da dimostrare, sostiene ancora Depp, molte delle aziende hanno interrotto i rapporti con l’attore.

L’esempio più recente è il re-casting operato da Warner Bros per il terzo capitolo di Animali Fantastici. Ne “I di Silente” l’attore che interpretava Grindelwald è stato sostituito dal collega danese Mads Mikkelsen. Depp ha comunque ricevuto 16 milioni di dollari per l’interpretazione di una singola scena nel film.

Fonte: Variety