Marathon: Bungie ci guida nel suo nuovo sparatutto PvP fantascientifico con un dietro le quinte

Marathon Bungie PlayStation Showcase

Il PlayStation Showcase ha visto il ritorno inaspettato di Marathon, storica IP di Bungie addirittura antecedente ad Halo (parliamo del 1994-1995-1996) e che tornerà su PlayStation 5, Xbox Series X, Series S e Pc con un nuovo capitolo. Il gioco sarà profondamente diverso rispetto alla trilogia originale.

Bungie farà tesoro della sua trentennale esperienza e, soprattutto, del know-how acquisito con colossi quali Destiny e soprattutto Halo per dare vita a un progetto sicuramente ambizioso. Parliamo di Bungie, dopotutto. La software house ha pubblicato un ViDoc, ossia un breve documentario che ci guida all’interno di quello che sarà il suo nuovo sparatutto PvP.

“Un’enorme nave fantasma sorvola a bassa quota un’ex-colonia, dimora di 30.000 anime scomparse senza lasciare alcuna traccia. Degli strani segnali indicano la presenza di manufatti misteriosi, di forme di IA inattive e di ricchi tesori. Sei un mercenario cibernetico, ovvero un “corridore”, la cui meta è Tau Ceti IV. Come te, tanti altri affrontano l’ignoto, da soli o in squadra, sopravvivendo all’inimmaginabile per ottenere tesori, prestigio o per farsi un brutto nome. Chi lascerà il proprio nome impresso nel firmamento?”, questa è la ‘sinossi’ ufficiale di Marathon.

Marathon sarà un videogioco di tipo competitivo con bottino. I giocatori dovranno combattere tra loro per guadagnare tesori e accrescere la propria fama in un mondo, Tau Ceti IV, che sarà sempre mutevole. Ogni zona di partenza sarà differente dalla precedente e ciò si traduce anche in nuove possibilità di approccio con cui incrementare le possibilità di successo e ottenere armi, impianti e manufatti che potranno essere utilizzati per potenziare il personaggio.

I giocatori avranno modo di accedere a un editor che ci permetterà di cambiare ogni aspetto del nostro personaggio. Tali possibilità di personalizzazione si applicheranno anche allo stile di gameplay, e questo porterà ad avere team con componenti molto diverse tra loro. Una varietà necessaria, visto che Tau Ceti IV è un mondo sì interessante, ma anche dannatamente pericoloso. I giocatori non sapranno mai cosa aspettarsi e questo li costringerà a stare sempre all’erta.

L’intera Tau Ceti IV sarà inoltre soggetta a cambiamenti innescati dai giocatori stessi. Un gruppo potrebbe ottenere una misteriosa chiave aliena che gli darà l’accesso a una zona segreta e questa zona potrebbe poi diventare accessibile per tutti, se il gruppo in questione capisse come. La natura misteriosa, e pericolosa, della colonia aiuterà i giocatori a focalizzarsi sul target primario: vincere e ottenere quanti più manufatti possibili.

Il PvP non sarà disincentivato, ma nemmeno risulterà essere l’unico risultato davvero di valore. In Marathon, l’importante sarà riuscire a ottenere quanti più manufatti possibili ed eventualmente combinarli per accrescerne il valore. Certo, questo implicherà che dei giocatori avversari potrebbero avere un manufatto di nostro interesse, ma starà poi a noi decidere se varrà la pena rischiare tutto il nostro bottino o meno. Volendo, potremo addirittura decidere di ‘dare una lezione’ ai giocatori, sconfiggendoli per poi lasciarli andare. Le libertà di approccio saranno notevoli, afferma Bungie.

Tutto questo sarebbe però privo di senso se il gioco non funzionasse correttamente. Bungie ha di conseguenza investito in server dedicati e un sistema anticheat che possa impedire ai giocatori di rovinare le partite altrui. Le informazioni su Marathon purtroppo finiscono qui, e Bungie ci farà sapere di più sul gioco solo a ridosso dell’uscita quando, oltre a svelare la data, mostrerà anche il primo gameplay ufficiale.

Fonte: Bungie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here