PlayStation 5: i costi dei titoli tripla A sono raddoppiati, “l’industria non vorrà più rischiare” per Shawn Layden.

shawn-layden-costi-tripla-A-playstation-5

L’ex presidente di Sony Shawn Layden, che nel 2019 aveva lasciato la sua posizione occupata poi da Jim Rayan, torna a parlare in un’intervista rilasciata a Jason Schreier di Bloomberg. Sono diversi gli argomenti trattati, dalle sue motivazioni che l’hanno portato a lasciare la sua posizione, a quello che vede i costi di produzione dei giochi tripla A, che su PlayStation 5 potrebbero raggiungere l’incredibile cifra di 200 milioni di dollari.

Un dato che se dovesse avverarsi, rappresenterebbe un grande ostacolo alla creatività, perché i vari studios si focalizzeranno solo sulla produzione di sequel di serie già affermate, e che quindi non rischierebbero più un salto ad occhi chiusi verso nuove esperienze che potrebbero rivelarsi un fiasco.

Shawn Layden racconta nell’intervista che il costo medio di una produzione tripla A ai tempi di PS4 si aggirava attorno ai 100 milioni di dollari, praticamente la metà di quanto potrebbero venire a costare su PlayStation 5.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Se non si riesce a fermare la crescita della curva dei costi, l’unica cosa che si può fare è ridurre i rischi. Questo crea un contesto che punta soprattutto ai seguiti“, ha così dichiarato Layden.

La conseguenza di questi elevati budget per produrre un gioco è quella di vedere anno dopo anno sempre gli stessi titoli, come le serie di Call of Duty e Madden. O ancora di ritrovarci con tanti publisher che cercano di sbancare con qualche gioco online miliardario, come i vari Candy Crush, Fortnite e Roblox.

A farne le spese purtroppo sarà la varietà dei giochi, che porterà ad un processo dove alla fine continueranno ad esistere in modo massiccio solo tre o quattro generi, con tutti gli altri che saranno messi da parte e rilegati a produzioni minori. Infatti è proprio quello che sta accadendo in Sony in questi ultimi anni, dice Layden, focalizzandosi ormai sui blockbuster.

Lo stesso Shawn Layden si assume in parte la responsabilità di questa nuova tendenza, essendo stato lui ai tempi di PS4 una delle persone che ha contribuito alla crescita dei costi con titoli come Uncharted 4 e Good of War. Infatti sembrerebbe che siano proprio le esclusive di casa Sony ad alzare anno dopo anno l’asticella che fa aumentare i costi di produzione nello sviluppo per reggere il passo.

Parlando di grandi produzioni di Sony, sono stati finalmente aperti i preorder per Horizon Forbidden West, in varie edizioni Delux e da collezione.

E sempre parlando di cose “in grande“, sembra che il nuovo God of War sarà grande il doppio del precedente.

Inoltre il 9 settembre 2021 avremo il nuovo State of Play di Sony con tante nuove novità sui titoli PlayStation.

E voi cosa ne pensate delle parole di Shawn Layden? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: Bloomberg